Domenica 1 novembre: Candalla e i suoi opifici

 

Incastonata nelle Apuane, tra Camaiore e Casoli, si trova Candalla, lungo la valle del Rio Lombricese.

 

Un itinerario ricco di tutto: storia, archeologia industriale, natura bellissima ed emozionante, piccoli borghi e panorami.

 

Tutto il percorso è contornato da vegetazione lussureggiante e splendide piccole cascate.

 

Partiremo dalla suggestiva località al Ponte di Candalla e subito incontriamo tracce più o meno evidenti degli opifici numerosi che caratterizzavano la vallata del torrente Lombricese. Lungo una piacevole mulattiera arriviamo a Casoli. Devieremo dal percorso primcipale per andare a vedere i polverifici di Grotta Orbaia e ad alcune pozze e cascatelle di acqua chiara, la Cava seicentesca dello Schizzolino e la Grotta del Tambugione, le grotte preistoriche della Penna, il paese di Metato da dove raggiungeremo la fine del percorso.

 

Ritrovo: a Cecina Bar Dolce Vita alle 8.00 oppure davanti all’ ingresso dell’osteria Candalla alle 9.15, attenzione a dove parcheggiate lungo la strada

Note tecniche: Percorso di media difficoltà per il dislivello ed alcuni brevi tratti su terreno un po' sconnesso; 9,8 km, 750m di dislivello

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, acqua, pranzo al sacco, bastoncini telescopici e come dotazione autunnale, da ora in poi, è bene avere un k-way nello zaino

Info e prenotazioni entro le ore 12 del 31 ottobre : Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

Costo: 15 euro


Martedi 20 ottobre: Tra Montefoscoli, il Tempio di Minerva Medica e Villa Saletta a Palaia

 

 

Il castello di Montefoscoli è posizionato in cima alla collina da dove partiremo per il nostro itinerario tra i poggi e i borghi di questa parte della Val d’Era. Passando dagli ipogei della Fratta scenderemo sul torrente Roglio per poi risalire a Villa Saletta, borgo agricolo abbandonato negli anni ‘90 dall’ incredibile fascino.

 

Da Villa Saletta raggiungeremo Partino per poi scendere nella vallata del Rio Tosola e risalire sul crinale opposto dove troveremo l’inaspettata architettura neoclassica del tempio di Minerva Medica eretto intorno al 1822 per volontà di Andrea Vaccà Berlinghieri, medico e luminare dell'Università di Pisa che lo dedica al padre anch’esso medico celebrandone la professione con una dedica alla dea della medicina Minerva. Il tempio è un luogo che ci racconta la storia della massoneria attraverso una serie di aneddoti storico-politici relativi a un’Italia pre-unitaria.

 

 

Note tecniche: lunghezza di 15 km; difficoltà medio-facile; prevalentemente su strade sterrate che potrebbero essere comunque fangose se ha piovuto nei giorni precedenti, alcuni attraversamenti nei campi, brevi tratti di asfalto; conclusione per le 14.30 circa.

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, merenda, pranzo al sacco, acqua

 

Ritrovo alle ore 8.15 a Casino di Terra davanti al Big Roof oppure a Montefoscoli davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta alle ore 9.00

 

 

Info e Prenotazioni: entro le ore 16 di lunedì 19 ottobre per mail, sms o telefono: Maria Consiglio 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

Costo: 12 € adulti, gratuito sotto i 12 anni

 


Domenica 18 ottobre: L’anello di Brolio in Chianti

 

 

Bisogna che guardiate la galleria di questo percorso, per me tra i più belli itinerari del Chianti: https://www.odiapiedi.com/galleria/chianti/trekking-un-chianti-d-autunno-monti-brolio-cacchiano-ottobre-2018/

 

E’ un itinerario molto panoramico; da Monti in Chianti attraverso boschi alternati a vigneti e uliveti e passando anche dalla splendida quercia del film “Io ballo da sola”, si arriva al borgo di San Felice, con l’omonima pieve e l’azienda agricola. Una panoramica traversata ci conduce quindi al Castello di Brolio, che domina da più di un millennio le vallate che lo circondano nella parte meridionale del Chianti Classico, al centro di vasti vigneti, dai quali sin dal 1141 i baroni Ricasoli traggono il loro famoso Chianti Classico, posto ad invecchiare nelle cantine sottostanti l’antico maniero. Con biglietto di ingresso è possibile la visita dei giardini che circondano il castello e della Cappella di San Jacopo, con la cripta di famiglia. Stupendo il panorama che dai bastioni spazia su tutto il Chianti Senese fino a Siena, con il Monte Amiata e le Colline Metallifere nello sfondo. Ripreso il cammino si passa dal Castello di Cacchiano, sempre tra le vigne e viste mozzafiato fino a Monti.

 

Note tecniche: percorso medio-facile, 17 km, 600m di dislivello

 

Equipaggiamento: Abbigliamento a strati, cappello, scarpe da trekking, pranzo al sacco, acqua, bastoncini telescopici e macchina fotografica consigliati.

 

Ritrovo a Casino di Terra alle 7.30 oppure a Monti in Chianti al parcheggio del campo sportivo alle 9.10 https://goo.gl/maps/bk8kAg13qvZEAAkE8

 

 Informazioni e prenotazioni entro sabato 10 ottobre alle 12.00 Maria Consiglio 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 15 euro

 


Sabato 17 ottobre: Vinolonga a Montescudaio in collaborazione con ass. Asprom

 

Siamo nel fine settimana in cui gli anni passati si svolgeva la sagra del vino, quest’anno l’appuntamento è un po' “rivisitato” e la proposta è quella di un’escursione per la campagna che va a toccare le varie vigne del territorio.

 

La tappa principale la faremo alla cantina Fontemorsi dove visiteremo le vigne, degusteremo e pranzeremo.

 

https://www.odiapiedi.com/galleria/colline-di-pisa-e-livorno/montescudaio-i-vigneti-2018/

 

Note tecniche: Facile percorso di 11 km, dislivello in salita di 300m, in discesa 250m. Rientro in paese previsto per le ore 15.00 circa

 

Ritrovo in Via Roma, 55 a Montescudaio davanti alla scuola media alle 9.30

 

Equipaggiamento: acqua, scarpe da trekking, bastoncini da trekking facoltativi, una merenda

 

Info e prenotazioni: entro venerdì 16 ottobre alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Escursione gratuita

 


Venerdì 16 ottobre: Tra i vigneti della Val d’Era

 

 

Le colline vitate della Val d’Era per chi non le conoscesse sono un piacere per gli occhi e, in un periodo di vendemmia, anche per l’olfatto. Le strade o i sentieri che percorreremo ci porteranno ad approdare anche nelle cantine e ad odorare il mosto. Non vi dico dove perché in tempi di vendemmia sono tutti molto impegnati, ma proverò a cercare il modo di entrare in qualche spazio vinoso. Per queste vallate che non hanno le rotondità tipiche delle argille del volterrano ma la variabilità e irregolarità che consente a diverse colture di svilupparvisi, faremo la nostra scoperta o per chi c’è già stato approfondiremo la conoscenza della Val d’Era.

 


Note tecniche: Percorso facile di 12 chilometri, con saliscendi per le vallate, per lo più su strade sterrate, brevi tratti su asfalto e sentieri. Il percorso sarà in buona parte una novità

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, bastoncini telescopici facoltativi, cappello, un k-way, acqua, una merenda

 

Ritrovo: a Terricciola alle 9.00 nel parcheggio di Via Roma https://goo.gl/maps/5vE21ejwUY9bhsLp8,  conclusione per le 13.30 circa

 

Info e prenotazioni entro le ore 12 di giovedì 15 ottobre: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 12 euro

 


Mercoledì 14 ottobre: Le colline di Vinci, Leonardo ed il suo ingegno ed il leccio monumentale di Faltognano

 

 

 

Vinci è il luogo simbolo della presenza di Leonardo nell’Empolese Valdelsa, le colline del Montalbano che lo contornano, forse meno note, sono ricche e suggestive, dominate dalla coltura dell’olivo e del vino interrotte da piccoli borghi e fattorie, con boschi ombrosi e corsi d’acqua impetuosi, un’incantevole visione.

 

Da Vinci con il famoso castello dei conti Guidi e i due musei leonardiani partiremo per vedere la vallata dei mulini e poi Anchiano, Santa Lucia, Faltognano Mignana, Vitoli ed il famoso leccio bicentenario. A questo link una galleria fotografica:

 

https://www.odiapiedi.com/galleria/colline-tra-firenze-empoli-e-pistoia/vinci-anchiana-santa-lucia-mignana-vitoli-leccio-di-faltognano-dicembre-2019/

 

 

Equipaggiamento: vestirsi a strati, Indossare scarpe da trekking, anche non alte, merenda, acqua, pranzo al sacco, bastoncini telescopici e macchina fotografica facoltativi

 

 

Ritrovo alle 7.45 a Cecina alla Dolce Vita oppure a Vinci alle 9.15 all’antica osteria al Nicchio https://goo.gl/maps/qJvz12fFWdpTMM7r6 , possibilità di parcheggiare gratuitamente un po' dappertutto intorno al paese oppure nel parcheggio del cimitero o del campo sportivo.

 

 

Informazioni e prenotazioni entro martedì 12 ottobre alle 12.00 Maria Consiglio 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

Costo 15 euro

 


Domenica 11 ottobre: La Via Francigena da Aulla a Sarzana

 

 

Una bella tappa per riscoprire la Via Francigena attraverso i castelli e le fortezze sui colli della Lunigiana. Borghi medievali dalle lunghe tradizioni, ricchi di testimonianze storiche e immersi nella natura. Una strada antica piena di fascino e suggestione.

 

Dalla basilica di san Caprasio ad Aulla, la città alla confluenza tra i fiumi Magra e Aulella che nel Medioevo era un piccolo borgo a difesa di ponti e strade che portavano nella Lucchesia, in Liguria, verso la Cisa, quando la Francigena era  strada commerciale e di pellegrinaggio, arriviamo alla bella cittadina di Sarzana.

 

La prima parte della tappa si svolge in gran parte su sentiero, la salita è abbstanza impegnativa e molto bella, regalandoci il primo panorama sul mare. Interessanti le atmosfere degli antichi villaggi lungo il cammino come il castello di Bibola e Vecchietto, oltre a Ponzano e ai ruderi del Castello della Brina.

 

Il centro storico di Sarzana merita una visita, soprattutto lungo le vie Bertoloni e Mazzini, tra Porta Parma e Porta Romana, la Pieve di S. Andrea Apostolo e Martire, il più antico edificio della città, la Cattedrale dedicata alla Vergine Assunta con il titolo di "Santa Maria", nel centro del nucleo originale del borgo.

 

Note tecniche: Il percorso è di media difficoltà, in gran parte su sentiero, in alcuni tratti anche ripido, dislivello in salita e discesa di 650m, lunghezza 20 km, circa 5 ore di cammino.

 

 Equipaggiamento: scarpe da trekking, acqua (ne troveremo sul percorso), pranzo al sacco, macchina fotografica; valutare in base al meteo se portare anche un giacchetto o k-way, credenziale del pellegrino, mascherina

 

Ritrovo e logistica: ritrovo alla stazione di Aulla alle 9.00, pronti per la partenza. Altro possibile ritrovo Cecina Dolce Vita alle 7.15, un’ora e mezzo di viaggio. Attenzione! la partenza dalla Basilica di san Caprasio ad Aulla, dove potremo apporre il timbro sulla credenziale è alle ore 9.30; rientro da Sarzana ad Aulla col treno delle 17.56, arrivo ad Aulla alle 18.34, costo 3,60 euro.

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di venerdì 9 ottobre

 

Maria guida 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 15 euro, minimo 8 persone

 


Sabato 10 ottobre: Tra il Masso delle Fanciulle ed il selvaggio Pavone

 

 

Il percorso sarà in parte un classico con arrivo al Masso delle Fanciulle che con questa stagione piovosa sarà uno spettacolo ed il Pavone che tra un'entrata (senza immersione) ed un'uscita dall'acqua saprà regalarci scorci belli e appaganti. Non potremo fare la risalita, al momento "non mi sembra il caso" però non rinunceremo alle acque della Val di Cecina che quanto ad interesse naturalistico e bellezza hanno da regalare parecchio in qualsiasi momento dell'anno. Ed allora tra i resti dei mulini e i poderi abbandonati ed i panorami da ogni dove ci stupiremo ad ogni passo.
Note tecniche: Percorso di media difficoltà, senza chiometraggio perchè vedremo al momento cosa si può fare ma una base di una decina di chilometri con dislivello di 300m è certa.
Equipaggiamento: scarpe da trekking alte che potremo bagnare o togliere se necessario; un, asciugamano, un cambio di calze e scarpe, acqua per l'intera giornata (1 litro e mezzo), pranzo al sacco, cappello, mascherina.
Ritrovo alle ore 8.45 a Saline di Volterra al parcheggio all’incrocio subito a sinistra sulla strada per Larderello. Orario di rientro indicativo le 17.00.
Prenotazione entro le ore 12 del 9 ottobre per mail, sms o telefono: Maria 3492303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it
Costo 15 euro; l'escursione sarà effettuata con un minimo di 8 persone.


Mercoledì 7 ottobre : Il fascino indicibile del deserto di Accona e il Site Transitoire nelle Crete Senesi

 

 

Siamo nel “Deserto di Accona”, questo era un tempo il nome delle Crete nei dintorni di Asciano, una zona brulla fatta piccole valli con qualche boschetto, piccoli laghi riserve di acqua, calanchi, biancane (i piccoli cocuzzoli mammellonari) e colline ondulate con in cima un cipresso o un albero solitario fino o a quando non iniziò la coltivazione intensiva del grano e altri cereali.

 

Qui l’artista francese Jean Paul Philippe nel 1993 realizzò l’opera “Le site transitoire” che porta fascino e magia dove già ce n’è in abbondanza.

 

Arrivare in cima al poggio ed immergersi nella quiete e nella bellezza di questo luogo è un’esperienza indimenticabile.

 

Mi affido, per la descrizione del luogo, alle parole del creatore dell’opera:

 

Qualche anno fa un pensiero ha completamente occupato il mio tempo, realizzare in pietra e mettere in spazio tre posizioni familiari: seduta, alzata, sdraiata...e lasciarle mute o dialogare fra loro nella solitudine e nel silenzio di un luogo naturale. Non avrei mai potuto immaginare che quello che stava per diventare il site transitoire sarebbe stato complice di tanti incontri. Il luogo scelto fu quello: una collina tra Siena e Asciano nel cuore delle Crete senesi, tra Leonina e Mucigliani. Compiendo quel gesto, installando quelle pietre mi resi conto che disegnavano nella luce e nello spazio i limiti di una casa. Una dimora senza mura dalla soglia invisibile. A terra alcune lastre, una sedia per accogliere il passante, un banco, una finestra e per tetto la volta celeste. L'ombra di questo mobilio di pietra tracciava al suolo la sua passeggiata grazie alle apparizioni della Luna e del Sole. Nel solstizio d'estate è nell'appiombo della finestra che il disco solare sparisce, mentre brillano la prima stella e le luci di Siena.

 

Per un appassionato fotografo o anche per un “semplice” fotografo o anche per chi vuole immortalare solo con gli occhi, l percorso offre l'imbarazzo della scelta: chesi tratti delle biancane, dei poderi, di Siena in lontananza o dei laghetti contornati dalle greggi.

 

Note tecniche: percorso di 20 km di media difficoltà, non per il dislivello ma per la possibilità di trovare fango sul percorso, questo dipende da come è stato il meteo nei giorni precedenti; la lunghezza varierà in base alla nostra tempistica e alla possibilità o meno di avventurarsi tra le biancane.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, pantaloni lunghi o allungabili all’occorrenza, acqua abbondante perché se è una bella giornata è caldo e non si trova acqua, pranzo al sacco, macchina fotografica; valutare in base al meteo se portare anche un giacchetto o k-way, mascherina

 

Ritrovo: a Casino di Terra al big Roof alle 8.00, spostamento in auto di 1 ora e 45, oppure sulla sp438 incrocio Leonina ad Arbia https://goo.gl/maps/pnhoKePv6wMY4eau5.

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di martedì 6 ottobre:

 

Maria guida 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 15 euro, minimo 8 persone

 


Mercoledì 30 settembre: Quelle colline dorate tra Orciano e Lorenzana

 

Percorso facile che ha inizio nel borgo di Orciano Pisano da dove seguendo strade sterrate molto panoramiche si toccano poderi e si incontrano scorci molto belli sul territorio circostante fino al paese di Lorenzana. Paesaggio da contemplazione e fotografia ora per un casolare abbandonato, ora per un

 

isolato cipresso o per una vigna sperduta tra le colline arate. Lungo il percorso si passa accanto a Colle Pinzuti, una collinetta in stile valdorciano sulla quale si trova un anello di cipressi di grande fascino. 

 

Visiteremo Lorenzana adagiata su un crinale; nel suo grazioso centro storico spiccano ville e palazzi ottocenteschi di un certo interesse; Orciano Pisano è invece un paese agricolo, completamente distrutto dal terremoto del 1846 che ha nel paesaggio collinare che lo contorna l’elemento di maggiore attrazione.

 

Ritrovo: ore 16.00 ad Orciano Pisano, davanti al bar caffellatte di Persia, spostamento di alcune auto a fine percorso a Lorenzana (6km da Orciano) e inizio del percorso a piedi alle 16.15; conclusione prevista per le ore 19.30; possibilità di cenare a Lorenzana

 

Note tecniche: Percorso facile di circa 10km, su strade sterrate quasi totalmente in piano.

 

Equipaggiamento: Scarpe con suola scolpita, cappello, acqua, una merenda e macchina fotografica (consigliata)

 

Per info e prenotazioni entro Martedì 29 settembre alle 16: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 10 euro


Martedì 29 settembre: In balia delle acque: la risalita dello Sterza dalla Gabella alla sua cascata

 

 

 

Lo Sterza è uno dei principali affluenti del Cecina, un corso d’acqua noto in zona, soprattutto per la sua cascata all’interno della Riserva di Caselli.

 

Stavolta percorreremo il tratto compreso tra la Gabella e la cascata che, speriamo, abbia ripreso un po' della sua portata.

 

La risalita di un fiume è un’attività che richiede attenzione e concentrazione, ci muoveremo nel letto del fiume, muovendoci tra i massi e sul fondo ciottoloso. L’acqua in alcuni tratti può arrivare alle ginocchia

 

 

 

Equipaggiamento INDISPENSABILE per partecipare: scarpe da trekking alte (non ciabatte), che immergeremo nell’acqua se occorre, senza farsi troppi scrupoli. I bastoncini possono essere utili, costume da bagno se siete comodi con questo, acqua per l'intera giornata (2 litri); non meno importanti: crema solare, cappello, pranzo al sacco, proteggere tutto mettendolo in sacchetti di plastica chiusi. Durante il percorso non sarà necessario bagnarsi completamente per cui lo zaino sarà sempre all'asciutto, equipaggiarsi eventualmente con un sacchetto per proteggerlo.

 

Note tecniche: percorso difficile, 8 km + 3,5 km su strada sterrata
Ritrovo alle ore 8.00 a “La Gabella” frazione de La Sassa; orario di rientro indicativo le 16.00; porteremo delle auto a 3,5 km dal nostro arrivo, non più avanti perché non si può entrare nella Riserva di Caselli.

 

Si raccomanda di rispettare l'equipaggiamento consigliato

 

Info e prenotazioni entro le ore 18.00 di lunedì 28 settembre: Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 12 euro; l'escursione sarà effettuata con un minimo di 8 persone.

 


Domenica 20 settembre: A Cala Violina l’anello panoramico con discesa alle cale

 

 

Un percorso bello in qualsiasi stagione per andare a scoprire questo tratto di costa di cui Cala Violina è solo la perla più conosciuta. Intorno al mare un contorno di rocce, vegetazione e paesaggi incantevoli. Partendo dal Puntone di Scarlino, faremo una salita sul crinale per poi ridiscendere attraverso un agevole percorso nella macchia mediterranea sul percorso che segue la costa e le diverse calette del promontorio; con delle brevi deviazioni dal sentiero principale visiteremo Cala Martina e Cala Civette. Rientro in parte sul percorso dell’andata. https://www.odiapiedi.com/galleria/le-maremme/calaviolina-novembre-2015/

 

Ritrovo: davanti all’ufficio informazioni del Puntone di Scarlino alle ore 15.00 (oppure a Cecina al Bar Dolce Vita alle 14.00), rientro previsto dal percorso a piedi per le 19.30 circa. 
Note tecniche: percorso facile, lunghezza 10 km, una salita mediamente impegnativa.
Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, meglio se alte, abbigliamento a strati, uno zaino con  cena al sacco e acqua; consigliati i bastoncini da trekking
Costo 12 euro adulti minimo 8 persone

 

Per info e prenotazioni Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; iscrizioni entro venerdì 18 settembre alle 16.00

 


Sabato 19 settembre: L’emozionante scalata alla cima del monte Aneo a Querceto

 

 

 

Un percorso intorno al Castello di Querceto, borgo, per chi non lo conosce, tra i più belli della Val di Cecina.
Il percorso si sviluppa su strada sterrata e sentieri nella macchia e arriveremo in cima al Monte Aneo; la salita è davvero emozionante e la vista, sebbene non siamo altissimi, di una vastità sorprendente.

 

Note tecniche: Ritrovo alle ore 7.50 a Querceto, parcheggio all’ingresso del borgo. Il percorso è di media difficoltà, saliremo in cima al Monte Aneo; Conclusione per le 11.30

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, bastoncini telescopici facoltativi. Portare acqua, una merenda, meglio indossare pantaloni lunghi e portare un cappello

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di venerdì 18 settembre mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro


Mercoledì 16 settembre: Arte contemporanea e case colorate a Ghizzano

 

 

Se non mi fossi imbattuta in queste belle colline credo che avrei continuato ad ignorare tutta una serie di toponimi di località sconosciute ai più ma… gironzolando in lungo e in largo, una strada tira l’altra, ho trovato degli itinerari interessanti arricchiti, come in questo caso, da realizzazioni di arte contemporanea che ci sorprende trovare in piccoli paesi della Val d’Era.

 

A Ghizzano l’arte contemporanea la troviamo nella Via di Mezzo diventata un’opera d’arte perchè l’artista inglese David Tremlett ha dipinto le case con una serie di wall drawings che hanno trasformato la strada in una sinfonia di colori che richiamano la natura circostante: verde, marrone, ocra. Opere permanenti realizzate da Alicja Kwade e Patrick Tuttofuoco si trovano sparse nel borgo.

 

Non mancheranno nel percorso bei paesaggi in una campagna varia e curata, arricchita da bellissime strade alberate e da apparizioni di borghi e ville interessanti.

 

Per vedere foto dell’evento https://www.odiapiedi.com/galleria/val-d-era-e-colline-volterrane/cedri-arte-contemporanea-ghizzano-febbraio-2020/

 

Note tecniche: percorso facile, prevalentemente su sterrato 10 km, 300m + e

 

Equipaggiamento: Portare acqua, macchina fotografica; abbigliamento a strati, scarpe da trekking, anche leggere ma se piove nei giorni precedenti maglio alte; mascherina e disinfettante

 

Ritrovo al Big Roof a Casino di Terra alle 14.00, spostamento in auto di circa un’ora ZfsKLz1gkvg9JpoJ8, ci sarà un minimo di logistica da effettuare per evitare un tratto di asfalto che vi dirò in loco; conclusione per le 20.00 circa.

 

Info e prenotazioni Maria 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; conferma entro le ore 12 di martedì 15 settembre

 

Costo: 12 euro