Giovedì 30 settembre: Percorrendo antiche Vie d’ acqua tra Casciana Terme Lari

 

 

Fonti, lavatoi, chiese e colline da mille colori nel percorso segnato dal CAI recentemente che andrò a scoprire nei prossimi giorni.

 

Il sentiero dell’antica "via dell’acqua", attraverso lavatoi, vecchie fonti, chiese e paesaggi collinari dai mille colori.

 

Percorsi antichi, che i nostri avi avevano creato per poter accedere al bene più prezioso, l’acqua, vitale per l’uomo, per la terra e per la vita degli animali.

 

Sant’Ermo con le antiche fonti di recente ripulite e riportate alla vita dai volontari del borgo, il Santuario della Madonnina dei Monti con il suo panorama fantastico, la torre di Ceppato, la Chiesa di San Nicolò, l’oratorio della Madonna della Cava e le antiche fonti e gli antichi lavatoi a Casciana Alta, le Cave di San Frediano con la fonte e gli antichi lavatoi perfettamente curati dalla società di gestione dell’acquedotto, questi i punti da vedere e da riscoprire per coloro che non conoscono questo territorio.

 

Note tecniche: percorso medio facile, 15 km, 350m di dislivello

 

 

 

Ritrovo alle 9.00 a Parlascio, per altri ritrovi ci accordiamo

 

 

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, una merenda e acqua

 

 

 

Info e prenotazioni entro le ore 12.00 di mercoledì 29 settembre Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

 

Costo 12 euro

 


 

Sabato 25 settembre: la costituzione PITTA al Masso delle Fanciulle

 

 

Un viaggio nell'immensa e antica medicina indiana, l'Ayurveda, per scoprire come mantenere in equilibrio l'elemento FUOCO, dominante nella costituzione PITTA. Secondo la medicina ayurvedica infatti ognuno di noi e' composto dai 5 elementi: terra, acqua, fuoco, aria ed etere - in proporzione variabile. Queste proporzioni danno vita a tre caratterizzazioni (costituzioni) individuali.

 

Quando il fuoco non è in equilibrio perdiamo facilmente la calma, ci arrabbiamo, ci scaldiamo non solo emotivamente ma anche fisicamente,vogliamo avere il controllo di ogni cosa, la mente diviene  sovraccarica. Scopriremo insieme, grazie alla pratica Yoga e ad alcune semplici nozioni ayurvediche, come ritrovare l’equilibrio perduto e cosa ci può aiutare nella gestione del nostro fuoco interiore, in un incontro che sarà all’insegna della calma e della freschezza.

 

 

 

Il percorso trekking sarà un facile itinerario di 5 km che ci porta in uno dei luoghi più suggestivi della Val di Cecina all’interno della Riserva di Berignone: il Masso delle Fanciulle ed il Masso degli Specchi.

 

 

 

Ritrovo alle ore 9.00 presso il parcheggio di Saline di Volterra, sulla strada per Pomarance, vicino al bar Zanzibar Via Massetana, 7 ; da qui faremo un ulteriore spostamento di circa 15 minuti per raggiungere il punto di inizio del percorso. Conclusione per le 13.00 circa

 

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, portare acqua, una merenda, il tappetino; faremo il guado del Cecina pertanto se vi è comodo togliervi le scarpe o indossare delle ciabattine potete organizzarvi; bastoncini telescopici facoltativi, mascherina e gel disinfettante

 

 

Info e prenotazioni entro le ore 14.00 di venerdì 23 settembre Maria Consiglio 349.2303093 | Elisabetta Donà 347.8732230

 

www.odiapiedi.com | www.centroahimsa.it

 

 

 

Costo 20 euro.

 


 

Venerdì 24 settembre: Il promontorio di Piombino con la luna piena

 

 

Il promontorio di Piombino con le sue coste alte e rocciose strapiombanti sul mare, è uno dei tratti di costa più belli della Toscana continentale. Merito anche della sua vicinanza all’isola d’Elba sulla quale si affacciano i percorsi che lo attraversano.

 

Partiremo da Cala Moresca in zona Salivoli a Piombino, percorrendo il sentiero chiamato Via dei Cavalleggeri con frequenti aperture e scorci magnifici sulla costa e le isole. Giunti a Buca delle Fate con la sua terrazza di tafoni, dove ceneremo e ci godremo il tramonto; lasceremo la zona più costiera per iniziare il percorso di ritorno lungo la comoda strada di crinale, muniti di torce se la luna non basta, raggiungeremo il parcheggio.

 

 

Note tecniche: Percorso di media difficoltà di 17 km con dislivello totale di circa 600m.

 

 

Abbigliamento e accessori: scarpe da trekking, consigliati pantaloni lunghi, una felpa, cena al sacco e acqua (non si trovano punti acqua sul percorso)

 

 

Ritrovo: ore 15.30 al parcheggio di Cala Moresca a Salivoli (Piombino, LI) oppure a Cecina al bar dolce vita alle 14.40

 

Per info e Prenotazioni entro le ore 16 di mercoledì 22 settembre Maria 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

 

Costo: €15 a persona, gratuito per bambini fino a 12 anni.

 


 

Mercoledì 22 settembre: La rocca di Pietracassia: un grande anello tra boschi, acque e putizze un po' fantasy

 

 

 

Una proposta che vuole unire la straordinaria bellezza della Rocca di Pietracassia che può essere considerata uno dei monumenti alto medievali più importanti della provincia di Pisa, i boschi che nascondono putizze e resti di mulini, la luminosità panoramica del territorio collinare che la contorna.

 

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà 16 km, 500m dislivello  

 

 

Ritrovo alle 09.00 https://goo.gl/maps/CdQhfLiuQAgvkCNc6 sulla Strada Provinciale 45 per Lajatico nei pressi di un incrocio dove si trova un pannello informativo sulla Rocca e il teatro del silenzio; oppure a Casino di Terra alle 08.15; conclusione per le 14.30 circa

 

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, abbigliamento a strati, pranzo al sacco e acqua

 

 

Info e prenotazioni entro martedì 21 settembre alle 12.00 Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 12 euro

 


 

Domenica 19 settembre: Tra Chiusdino e San Galgano

 

 

In pellegrinaggio da Chiusdino all’eremo di Montesiepi come sono soliti fare ogni 3 dicembre gli abitanti del paese per festeggiare il santo che nel borgo ha avuto i natali. Nell’eremo di Montesiepi Galgano Guidotti avrebbe infisso la spada nella roccia in segno di rinuncia alla vita mondana prima di diventare eremita.

 

L'abbazia di San Galgano è un monumento principe in Toscana, l’abbazia cistercense con la sua sobrietà rispetta perfettamente i canoni previsti dalla regola d San Benedetto: essa sorgeva lungo un’importante via di comunicazione, in questo caso la via Maremmana, era posta vicino ad un fiume, in questo caso il Merse per poter sfruttare la forza idraulica, infine erano presenti terreni boscosi da sfruttare e paludi da bonificare.

 

Nel nostro percorso noteremo tutte queste caratteristiche partendo dal borgo di Chiusdino che sorge su un cocuzzolo (sul quale dovremo ritornare) e dal quale si domina tutta la val di Merse, un territorio incontaminato rappresentato da colline dolci e vallate ricche di boschi di lecci, castagni e ginestre; nel periodo medievale ha vissuto un periodo di grande splendore a cui si deve la presenza di numerose chiese, pievi e abbazie, tra cui la più importante quella di San Galgano.

 

 

Equipaggiamento: indossare scarpe da trekking, meglio se alte, consigliati i bastoncini telescopici, merenda, pranzo al sacco, acqua, mascherina e gel disinfettante.

 

Note tecniche: Lunghezza 18 km, 400m di dislivello + e -; percorso medio facile per lo più su strade sterrate e tratti di strade asfaltate. Se dovesse piovere nei giorni precedenti, alcuni tratti nel bosco tagliato potrebbero essere molto fangosi e difficili da percorrere.

 

Ritrovo: ore 8.30 a Casino di Terra oppure a Chiusdino alle ore 10.00 in Piazza XX settembre

 

Info e prenotazioni entro venerdì 17 settembre alle ore 16.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; 

 

Costo 15 euro.

 


Sabato 18 settembre mattina: Il promontorio da Punta Ala al castello delle Rocchette

 

 

Il Forte delle Rocchette sorge su uno sperone roccioso a circa 30 m sul mare pochi km a nord di Castiglione della Pescaia, esso fu probabilmente edificato dalla Repubblica di Pisa attorno al XII secolo come torre di avvistamento ma ha poi subito nel tempo vari rimaneggiamenti e cambi di uso come testimoniato dalle strutture rimaste; è una proprietà privata e non visitabile  La spiaggia e il paesaggio che circondano il promontorio dove si trova il forte è davvero un luogo paradisiaco ed è dal mare che avremo la visuale migliore sul castello.

 

Partiremo da Punta Ala, dal suo castello e poi raggiungeremo il  Poggettone da dove si può ammirare il panorama sull'Isola d'Elba, Montecristo, il Giglio, il  Castello di Punta Ala  e Marina di Punta Ala. Lungo una strada forestale immersa nella macchia mediterranea arriveremo nel punto da dove riprenderemo il percorso di ritorno sulla stessa strada dell’andata

 

Equipaggiamento: indossare scarpe da trekking, abboandante merenda, acqua; Consigliati i bastoncini telescopici.

 

Note tecniche: Lunghezza 16 km, percorso facile

 

Ritrovo: ore 08.00 a Cecina, oppure a Punta Ala alle 09.00, conclusione prevista per le 13.30

 

Info e prenotazioni entro venerdì 17 settembre alle 12.00 Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; 

 

Costo 15 euro, minimo 8 persone.


11 settembre: Escursione da Porto Santo Stefano a Capo d’Uomo, tra torri e forti sul promontorio dell’Argentario

 

 

Da Porto Santo Stefano dove la Fortezza spagnola del XVII secolo domina la parte alta del paese, ed ai suoi piedi, si snodano numerosi vicoli e scalinate molto suggestive prenderemo il sentiero che sale a Poggio Spadino e Poggio Vacca e arriva a Capo d'Uomo a metà strada, dove si può godere di una vista mozzafiato sul mare. La falesia di Capo d'Omo alta 358m si immerge nel mare sottostante, una splendida parete verticale stagliata tra cielo e mare che ha sulla sommità, l'antica Torre di Capo d'Omo (in rovina) che continua a dominare la costa sud ovest dell'Argentario e che aveva la funzione di raccogliere le segnalazioni emesse dalle torri della costa sud occidentale e di trasmetterle a Porto Santo Stefano. Sulla via del ritorno il sentiero passa la torre dell'Argentiera e termina alla Fortezza Spagnola, al rientro faremo una deviazione verso il forte Pozzarello.

 

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà, 19,5 km, 640m di dislivello, su sentieri e carrarecce; percorso piuttosto soleggiato

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, bastoncini telescopici, abbondante acqua (3 litri almeno), pranzo al sacco, frutta e qualche barretta energetica

 

Ritrovo a Porto Santo Stefano anl parcheggio di Piazzale Sant’Andrea nei pressi del porto, altro parcheggio possibile gratuito al campo sportivo nelle vicinanze Porto Santo Stefano alle ore 9.30

 

Info e prenotazioni entro sabato giovedì 9 settembre alle ore 12.00 Maria Consiglio guida ambientale 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 Costo 15 euro


 

Giovedì 16 settembre pomeriggio:  Vermentino, il vitigno da scoprire presso l’azienda agricola Sada a Casale M.

 

 

Una passeggiata al calar del sole nella campagna che circonda l’azienda agricola Sada alla scoperta di un vitigno e del territorio che lo ospita; prima una passeggiata nei dintorni di Casalvecchio, a seguire una visita della vigna con una persona dell’azienda; Degustazione finale di vini e prodotti locali del territorio abbinati a ciascuno dei vini in degustazione presso Poggio ai Pini, un’incantevole balcone sulla Val di Cecina.

 

 

Ritrovo: alle ore 16.30 nello slargo antistante l’ingresso della cantina, strada provinciale 14b dei Tre Comuni

 

 

Per info e prenotazioni: entro le ore 12 del giorno precedente l’iniziativa Maria Consiglio3492303093 e Sonia, azienda agricola Sada0586650180 e3461508195 3472958006

 

 

Costo passeggiata e degustazione € 25,00; L’iniziativa si volge con un numero minimo di partecipanti

 


 

Venerdì 10 settembre: Da Buriano un anello verso Montecatini Val di Cecina

 

 

Spero che questo percorso sorprenda voi quanto ha sorpreso me…

 

Buriano è uno degli ultimi paesi fantasma della Val di Cecina sul quale recentemente sono iniziati lavori di recupero delle varie strutture esistenti.

 

La vita si è fermata una quindicina di anni fa nel borgo impreziosito da chiesa, mausoleo, monumento ai caduti e cimitero e nell’imponente albergo-agriturismo all'ingresso del villaggio - molto frequentato da turisti stranieri - caduto in malora in un batter di ciglia.

 

Il percorso è un anello all’interno dell’omonima tenuta tra le vigne e i boschi, ciò che rimane di una cava di alabastro e splendide vedute. L’arrivo è a Montecatini nell’area di Sorbaiano prima di prendere la via del ritorno.

 

 

Note tecniche: Percorso medio facile, in gran parte su strade sterrate, molto panoramico, km 14

 

 

Ritrovo a Casino di Terra alle 8.00, rientro previsto per le 13.00

 

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, portare una merenda, naturalmente mascherina e gel disinfettante Consiglio un cappello

 

 

Info e prenotazioni entro le ore 12.00 di giovedì 9 settembre mariaodiliaconsiglio@yahoo.it 349 2303093.

 

Costo € 10,00


 

Mercoledì 8 settembre: Il Poggio Pelato e gli scogli di Castiglioncello

 

 

Da Castiglioncello saliremo verso Poggio Pelato senza raggiungerlo passando dalla zona delle cascate della Mua quindi con sentiero diverso dal solito, giunti in cima al bell’affaccio sulla costa scenderemo comodamente e passando dal Casale del Mare con un bel sentiero tutto a vista sulla costa, arriveremo alle Forbici dove concluderemo il nostro percorso con un bel bagno. 

 

 

Equipaggiamento: indossare scarpe da trekking, portare abbondante acqua (anche se è presto si beve tanto lo stesso), una merenda, bastoncini telescopici facoltativi, costume e asciugamano perché alle Forbici faremo il bagno.

 

 

Note tecniche: 14 bei km di cui 1 km sulla vecchia Aurelia di rientro dalle Forbici, quindi da fare attenzione in alcuni tratti; 280m di dislivello.

 

 

Ritrovo: ore alle 8.30 Largo Mastroianni a Castiglioncello, si raccomanda la puntualità in queste occasioni! Rientro previsto per le 12.30.

 

Per i parcheggi fate voi, se dovete scegliere vi consiglio di lasciarla più verso nord in quanto arriveremo da quella direzioni lì.

 

 

Info e prenotazioni entro lunedì martedì 7 settembre ore 16.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 10 euro

 

 

 

 


Domenica 5 settembre: Spiaggette e canaloni del Farma, una meraviglia

La riserva del Farma Merse si trova al confine tra le due province di Siena e Grosseto nei comuni di Roccastrada e Monticiano. La particolare disposizione della valle ha fatto sì che si sviluppassero, per diversa composizione del suolo e umidità, tipi di vegetazione diversi: boschi di castagni, faggi, addirittura betulle, accanto a cerri, sughere e macchia mediterranea. Gli scorci paesaggistici e l’aspetto incontaminato dei luoghi rendono questa riserva un paradiso da scoprire.

I canaloni del Farma sono una serie di cascatelle incastonate tra alti roccioni, in estate si fanno magnifici bagni nelle sue “freschissime” e limpide acque; sempre lungo il corso del fiume si trovavano delle Ferriere opera probabilmente dei monaci di San Galgano, abili costruttori di magli per la lavorazione del metallo.

Note tecniche: 13 km circa senza considerare le deviazioni sul fiume, 300 m di dislivello + e -, media difficoltà. Itinerario immerso nei boschi della riserva naturale Farma, percorso quasi totalmente ombreggiato, consigliati pantaloni lunghi e repellente per insetti; scarponi da trekking e bastoncini telescopici, costume da bagno, asciugamano, crema solare e scarpe da scoglio; pranzo al sacco e tanta acqua; non dimenticate mascherina e disinfettante

Ritrovo alle ore 7.00 a Cecina bar Dolce Vita, spostamento in auto di 1ora e 40’; per punti di ritrovo in zona Farma ci accordiamo telefonicamente; conclusione per le 15.30-16 laggiù più il viaggio di ritorno.

Info e prenotazioni entro le ore 16 di venerdì 3 settembre mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093;

Costo 15 euro, minimo 8 persone.


 

 Giovedì 2 settembre: Emozionante percorso mattutino a Querceto: i boschi del monte Aneo e la campagna 

 

 

 

Un percorso intorno al Castello di Querceto, borgo, per chi non lo conosce, tra i più belli della Val di Cecina.
Il percorso si sviluppa su strada sterrata e sentieri nella macchia e arriveremo in cima al Monte Aneo; la salita è davvero emozionante e la vista, sebbene non siamo altissimi, di una vastità sorprendente.

 

Note tecniche: Ritrovo alle ore 7.30 a Querceto, parcheggio all’ingresso del borgo. Il percorso è di media difficoltà, saliremo in cima al Monte Aneo; Conclusione per le 10.30

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, bastoncini telescopici facoltativi. Portare acqua, una merenda, meglio indossare pantaloni lunghi e portare un cappello

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di mercoledì 1 settembre mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 


 

Martedì 31 agosto: Escursione tra mulini, mura etrusche e antiche strade nel rigoglioso versante nord di Volterra

 

 

 

Questo itinerario, ricchissimo e vario nei suoi contenuti, è di grande interesse e suggestione. Essendoci inoltre i festeggiamenti della notte rossa a Volterra con un ricchissimo programma, conviene approfittarne (consiglio di portare un cambio per la sera a chi volesse fermarsi in città).

 

Partiremo ricordando la storia e la vita dell’ex ospedale psichiatrico di Volterra di cui rimangono tracce evidenti negli edifici e nelle campagne lungo il nostro percorso che dagli ampi panorami sulla Val d’Era ci introduce nelle fresche vallate settentrionali, un tempo (sec. XVI) ricolme di piante da frutto e tuttora assai ricche di vegetazione e di acque legate alla presenza di mulini di cui rimangono molteplici testimonianze: alcuni di essi sono stati restaurati e sono collegati da antiche strade come la Salaiola che da qui passava e di cui rimangono selciati che ripercorreremo.

 

Giunti a Prato d'Era seguiremo l’antica strada che risale nell’ombrosa vallata attraversando poderi e magnifici giardini fino ai vertiginosi dirupi delle Balze.
Note tecniche: percorso di 8 km, medio facile, 3 ore effettive di cammino; dal punto di ritrovo porteremo alcune auto al parcheggio a fine percorso. L'escursione si conclude per le 20.30 circa.

 

Equipaggiamento: si consigliano pantaloni lunghi, scarpe da trekking, un golfino per la sera, una torcia - Acqua ed uno snack.

 

Ritrovo alle ore 16.00 presso il bar-trattoria da Badò - via Borgo San Lazzaro, 9, Volterra - parcheggio nella stradina accanto, Via Scabia.

 

Costo: 10 euro adulti, gratuito fino a 12 anni

 

Per info e prenotazioni: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it entro le ore 16 di lunedì 30 agosto.

 


 

Venerdì 27 agosto: A Pieve di Santa Luce tra il lago e le colline (new)

 

 

Un facile passeggiata mattutina tra i dolci declivi collinari che contornano il lago di Santa Luce. Partiremo da Pieve di Santa Luce, il paese noto negli ultimi anni per le coltivazioni di lavanda e ci incammineremo sulle strade panoramicissime tra i campi che fanno da cornice all’ecosistema del lago. Completeremo il percorso facendo un anello e ritornando al punto di partenza

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate di 8-10 km, dislivello 150m

 

Ritrovo: ore 7.30 a Pieve di Santa Luce all’incrocio tra strada provinciale per Santa Luce e Via del Lago, conclusione per le 10.30 circa

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, cappello, una merenda, un litro e mezzo di acqua

 

Info e prenotazioni: entro il 26 agosto alle 12.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 

 


 

Giovedì 26 agosto: Montescudaio e la sua storia con Piero Petragli

 

 

Un facile percorso che va a toccare le fonti storiche del paese, l’area archeologica della Badia di Santa Maria ed il paese stesso.

 

Seguiremo le coinvolgenti apparizioni di Piero Petragli, lo storico del paese, che ci fornirà informazioni e approfondimenti di carattere storico e archeologico.

 

A fine itinerario degustazione a cura della cantina Fontemorsi

 

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate fuori dal paese 4 km + giro del paese.

 

Ritrovo: ore 17.30 in via Roma, 55 davanti alla scuola Media di Montescudaio; conclusione prevista per le 20.30

 

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, capello e acqua

 

 

Info e prenotazioni: entro il 25 agosto Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093 e asprom2020@gmail.com

 

 

Offerta libera per le iniziative dell’associazione

 


 

Mercoledì 25 agosto: Quando tutti van via…Cala Violina e le altre cale del promontorio

 

 

Un percorso bello in qualsiasi stagione per andare a scoprire questo tratto di costa di cui Cala Violina è solo la perla più conosciuta. Intorno al mare un contorno di rocce, vegetazione e paesaggi incantevoli. Partendo dal Puntone di Scarlino, faremo un agevole percorso nella macchia mediterranea, toccando diverse calette di questo tratto di costa, con delle brevi deviazioni dal sentiero principale: Cala Terra Rossa e Cala Martina sono caratterizzate da ciottoli levigati mentre Cala Violina è nota per la sabbia bianchissima e l’acqua trasparente; Per il rientro è possibile che faremo un percorso diverso dall’andata con dei saliscendi un po' impegnativi sui poggi delle Bandite da dove poter ammirare la costa dall’alto;  valuterò quale percorso fare in loco in base all’orario a cui ripartiremo ed alle temperature.

 

Ritrovo: davanti all’ufficio informazioni del Puntone di Scarlino alle ore 17.00 (oppure a Cecina al Bar Dolce Vita alle 15.50), rientro previsto dal percorso a piedi per le 22.00 circa. 
Note tecniche: percorso facile, lunghezza 10 km, andata e ritorno sullo stesso percorso.
Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, abbigliamento a strati, uno zaino con  pranzo al sacco e acqua per l’intera giornata; consigliati i bastoncini da trekking
Costo 15 euro adulti minimo 8 persone

 

Per info e prenotazioni Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; iscrizioni entro martedì 24 agosto alle 12.00

 

https://www.odiapiedi.com/galleria/le-maremme/calaviolina-novembre-2015/

 


 

Giovedì 19 agosto: Geotermia: un paesaggio spaziale a Monterotondo Marittimo

 

 

Un anello di 6 km facile nel Parco Geotermico delle Biancane per osservare da vicino le manifestazioni geotermiche naturali come putizze, fumacchi di vapore spontaneo, acqua gorgogliante e le molteplici mineralizzazioni e rocce coloratissime. La vegetazione adattata a condizioni estreme, come la brughiera e le sughere, saranno un'ulteriore fonte di interesse. Al termine dell'escursione sarà possibile spostarsi verso Sasso Pisano per un aperitivo presso il birrificio Vapori di Birra.

 

Note tecniche: Percorso di medio-facile, 6km

 

Ritrovo presso il MUBIA (Museo delle Biancane) di Monterotondo Marittimo (GR) alle ore 16.30
Equipaggiamento: Indossare tutti scarpe da trekking o scarpe con suola scolpita e resistente perché il terreno è piuttosto sconnesso e in alcuni tratti “caldino”; abbigliamento a cipolla; portare un k-way, qualcosa da cucinare nell'acqua bollente, acqua, macchina fotografica

 

Costo 12 euro, prenotazione obbligatoria entro le ore 16 di mercoledì 11 agosto

Info e prenotazioni: Francesco Giusti  3389392043 e info@passidinatura.it


 

Giovedì 12 agosto: Verso il colle degli Etruschi a Casale Marittimo con Fabila trek

 

 

 

Un percorso ad anello incantevole, tra panorami e scorci che sono vera poesia.

 

Partendo dal paese di Casale Marittimo, faremo un facile percorso su sterrato in cui ritroveremo tracce del passato di cui raccontare; la collina di Casalvecchio trattiene tracce etrusche e salendoci si ha l’idea di quanto sia stata mirata la scelta di questo insediamento. Rientreremo calpestando in alcuni tratti un antico lastricato.

 

Percorso facile di 6 km, adatto a tutti, anche a famiglie.

 


Equipaggiamento: scarpe chiuse e con suola scolpita, bastoncini telescopici facoltativi, cappello, acqua, una merenda

 

Ritrovo alle ore 17.15 in piazza della Chiesa a Casale Marittimo, davanti alla chiesa di Sant’Andrea; fine dell’escursione prevista per le 20.30.

 

Info e prenotazione entro mercoledì 11 agosto: Fabia 3332145619 e fabia.bilanceri@gmail.com

 

Costo 10 euro; bambini fino a 12 anni gratuito

 


 

9 agosto lunedì: Tra Montescudaio e Guardistallo in cammino tra paesi rivali

 

 

Calze Lunghe versus Chiurli, con riferimento ad un passato che ha visto svariati confronti, raffronti, vicinanza e lontananza.

 

A Guardistallo, dove gli abitanti venivano chiamati Calze Lunghe troveremo Giuseppe Verani, lo storico che ci racconterà in modo coinvolgente della storia di questo borgo, a Montescudaio non mancherà di accoglierci con grande simpatia l’affabulatore Piero Petragli

 

Il percorso tra i due paesi si svolge lungo delle belle strade panoramiche interpoderali: via delle Cerretelle e via della Serra, il rientro avverrà lungo un percorso diverso dall’andata; se qualcuno vuole organizzarsi con le auto per non fare il ritorno a piedi è libero di farlo

 

Note tecniche: percorso di 7 km, facile

 

Ritrovo Piazza della Chiesa a Guardistallo alle 16.00

 

Equipaggiamento: acqua, scarpe da trekking leggere, cappello

 

Info e prenotazioni: entro l’8 agosto: Maria 349 2303093 e  mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Offerta libera per le iniziative dell’associazione

 


 

5 agosto giovedì Il Fiorino, Casagiustri, il castello che non c'è

 

 

Un percorso ad anello che partendo dal Fiorino consente di arrivare a Casagiustri; raggiungeremo la cima del poggio dove si trovano i resti del castello, nel rientrare passeremo dal bosco di Scornabecchi concludendo nel punto di partenza. Lungo il percorso si trova la tenuta La Macchia dove ci fermeremo a degustare uno dei loro vini https://www.tenutalamacchia.com/

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, acqua.

 

Ritrovo al Fiorino davanti alla fontanella dell’acqua pubblica via Aldo Moro, 9 alle 17.00; conclusione per le 20.00 circa

 

Info e prenotazioni: entro il 4 agosto: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Offerta libera per le iniziative dell’associazione

 


 

Mercoledì 4 agosto : Trekking tra i poggi di Riparbella e yoga: La costituzione VATA


Con Maria Consiglio | guida ambientale ed Elisabetta Donà | Insegnante di Yoga

 

Un viaggio nell'immensa e antica medicina indiana, l'Ayurveda, per conoscere

 

meglio la nostra costituzione, lo stile di vita piu' adatto a noi, la prevenzione, la

 

cura. Saranno tre gli incontri estivi in cui potrete assistere a una parte teorica,

 

una pratica Yoga adatta al tipo di costituzione che conosceremo e un tipo di Trekking in sintonia con il tema di ogni giornata.

 

 

 

Questo terzo e ultimo incontro sarà all’insegna della calma e dell'ascolto interiore per questa costituzione collegata all’elemento ARIA.

 

Questo elemento per sua natura è veloce e in movimento e quando non è in equilibrio crea grande confusione dentro di noi portando ansia, preoccupazioni, dolori articolari e muscolari, insonnia ecc.

 

E' un elemento che per l'Ayurveda è collegato al sistema nervoso ed è quindi importante capire come riportarlo in equilibrio.

 

Una parte teorica ci aiuterà a fare chiarezza sul nostro stile di vita, il Trekking risveglierà piacevolmente e dolcemente il corpo tra bei panorami, la meditazione in questo caso ci aiuterà ad ascoltare con maggior attenzione noi stessi e i nostri bisogni.

 

Il trekking è semplice e si sviluppa con facili saliscendi per le colline che ci fanno godere delle bel paesaggio riparbellino nelle ore meno calde della giornata e al calar del sole – durata di 6 Km

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere, cappello, acqua in abbondanza, una merenda, tappetino per lo yoga e/o asciugamano

 

Ritrovo: alle 17.30 davanti a Perbacco, incrocio della SR68 per Riparbella, parcheggio sul lato opposto della strada, non in quello di Perbacco; conclusione per le 20.00

 

Iscrizioni entro martedì 3 agosto alle 16 Maria Consiglio 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; Elisabetta Donà 3478732230 elisabettadona@yahoo.it

 

Costo € 18,00

 

 

Martedì 3 agosto: Risalita del Cecina e del Pavone dal Masso delle Fanciulle

 

 

Questa parte del fiume Cecina è percorribile solo con le guide e previa autorizzazione della regione, pertanto un’occasione da non perdere per conoscere un corso d’acqua che, sebbene la scarsità d’acqua del periodo, mantiene caratteri di naturalità ed elementi di interesse e di bellezza paesaggistica straordinari;
Il Cecina si farà conoscere in punti noti come il Masso delle Fanciulle e il Masso degli Specchi e in altri meno conosciuti e selvaggi. Non mancheranno altri elementi di interesse lungo l'itinerario: resti di mulini e panorami mozzafiato. Dalla località di Lanciaia possiamo risalire per un breve tratto il Pavone; emozionanti tonfi, salti e strutture geologiche ci stupiranno ad ogni passo. Questo corso d’acqua ha una grande varietà e ricchezza di insenature dove volendo possiamo rinfrescarci; rientreremo alle auto da Bocca di Pavone lungo sentiero e sterrato per un tratto di circa 6 km. Foto dell’evento a questo link:
https://www.odiapiedi.com/galleria/acquatrek/dal-masso-delle-fanciulle-a-bocca-di-pavone-agosto-2020/

 

 

 

Note tecniche: 12 km, percorso mediamente impegnativo, si cammina in acqua e fuori dall’ acqua muovendosi su un letto sassoso, per cui bisogna avere un buon senso di equilibrio e concentrazione, gli scenari ci ricompenseranno dello sforzo.

 

Equipaggiamento INDISPENSABILE per partecipare: scarpe da trekking alte per camminare in acqua, bastoncini telescopici (facoltativi) costume da bagno, asciugamano, acqua per l'intera giornata (2 litri minimo); non meno importanti: crema solare, cappello, pranzo al sacco. Durante il percorso non sarà necessario bagnarsi completamente per cui lo zaino sarà sempre all'asciutto, equipaggiarsi eventualmente con un sacchetto per proteggerlo e, un consiglio per non pentirsi in loco: portare la macchina fotografica, avremo occasione di fermarci e fotografare il fiume diverse volte!

 

Ritrovo alle ore 7.30 a Saline di Volterra al parcheggio all’incrocio subito a sinistra sulla strada per Larderello.

 

Prenotazione entro le ore 13 del 2 agosto per mail, sms o telefono: Maria 3492303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 15 euro; minimo di 6 persone.

Si raccomanda di rispettare l'equipaggiamento consigliato e di consultarsi con me per qualsiasi questione


 

Domenica 1 agosto: Lungo il corso dello Sterza e del Rivivo, cascate e piscine nel fresco

 

 

Un po' acqua, un po' trek, un po' tutte e due…Una passeggiata per scoprire alcune perle della Riserva più marittima della Val di Cecina che si sveleranno a noi, come aprendo un sipario. La cornice dei bellissimi boschi che attraverseremo, i resti semisepolti dalla vegetazione di gore e mulini, le acque che si palesano con le cascate dello Sterza e la piscina del Rivivo, daranno a questa escursione il gusto della scoperta "sorprendente"; avremo la possibilità di rinfrescarci in entrambi i contesti acquatici che visiteremo, inoltre percorreremo anche un tratto del letto del Rivivo e dello Sterza

 

 

 

Ritrovo a Casino di Terra davanti al Big Roof alle 16.00, da dove ci sposteremo con poche auto all'inizio del percorso, rientro previsto per le ore 20.00.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, bastoncini, costume da bagno, asciugamano, acqua, una merenda, scarpe di ricambio, una protezione impermeabile per lo zaino

 

Info e prenotazioni entro sabato 31 luglio alle ore 12.00 Maria Consiglio guida ambientale 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 10 euro

 


 

Domenica 31 luglio: Spiaggette e canaloni del Farma, una meraviglia

 

 

La riserva del Farma Merse si trova al confine tra le due province di Siena e Grosseto nei comuni di Roccastrada e Monticiano. La particolare disposizione della valle ha fatto sì che si sviluppassero, per diversa composizione del suolo e umidità, tipi di vegetazione diversi: boschi di castagni, faggi, addirittura betulle, accanto a cerri, sughere e macchia mediterranea. Gli scorci paesaggistici e l’aspetto incontaminato dei luoghi rendono questa riserva un paradiso da scoprire.

 

I canaloni del Farma sono una serie di cascatelle incastonate tra alti roccioni, in estate si fanno magnifici bagni nelle sue “freschissime” e limpide acque; sempre lungo il corso del fiume si trovavano delle Ferriere opera probabilmente dei monaci di San Galgano, abili costruttori di magli per la lavorazione del metallo.

 

 

 

Note tecniche: 13 km circa senza considerare le deviazioni sul fiume, 300 m di dislivello + e -, media difficoltà. Itinerario immerso nei boschi della riserva naturale Farma, percorso quasi totalmente ombreggiato, consigliati pantaloni lunghi e repellente per insetti; scarponi da trekking e bastoncini telescopici, costume da bagno, asciugamano, crema solare e scarpe da scoglio; pranzo al sacco e tanta acqua; non dimenticate mascherina e disinfettante