Martedì 15 giugno: Rocca Sillana e dintorni….antiche vie e nuove sorprese 

 

 

Dal piccolo e grazioso borgo di San Dalmazio faremo un percorso ad anello passando dalla Pieve romanica di San Giovanni Battista, dalla Rocca Sillana che raggiungeremo con un percorso diverso panoramico sulla vallata del Pavone e dal Santuario della Madonna della Casa. Poco lontano verso Montecastelli si trovano le Buche Fiorentine ed un piccolo fatato canyon che visiteremo prima di rientrare.

 

Note tecniche: percorso medio facile di circa 8 km da poter fare anche con scarpe da trekking leggere, consigliati pantaloni lunghi; portare dell’acqua ed una merenda.

 

Ritrovo a San Dalmazio alle 9.00 oppure a davanti la bar della piazza o in alternativa a Casino di Terra davanti al Big Roof alle 8.00; rientro per le 13.00

 

Per Informazioni e prenotazioni entro Lunedì 14 giugno alle 15.00: Maria mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo 10 euro

 


Domenica 13 giugno: Due anelli diversi per vedere le Balze del Valdarno mattina e pomeriggio (new)

 

 

Attenzione! Chi fa entrambi i percorsi paga 15 euro, chi ne fa uno solo, mattina o pomeriggio 10 euro.

 

 

Balze del Val d’Arno: per chi le ha viste l’immagine evocata è quella del gran canyon, una somiglianza innegabile e che lascia sconcertati, certo sono in miniatura ma talmente insolito un paesaggio del genere in Toscana che solo la spiegazione geomorfologica sulla loro formazione ci fa tornare con i piedi per terra. Dal 1998 quella delle Balze è un’area naturale protetta.

 

 

Domenica 13 giugno mattina: Le Balze del Valdarno anello di Ostina

 

Un percorso particolarissimo, molto suggestivo, che a 360 gradi ci consente di ammirare le affascinanti balze partendo da Vaggio e passando da Ostina

 

Rispetto al percorso pomeridiano, queste balze sono meno da cartolina, sono più selvagge e l’anello è davvero notevole per comprendere la morfologia del territorio.

 

Le balze misurano al massimo qualche centinaio di metri e, sono costituite da sabbie, ghiaie, e argille stratificate, di forme diversificate, intercalate da profonde gole.

 

Saliscendi sul percorso ci consentono davvero di ammirarle da molte angolazioni diverse. Il percorso in alcuni tratti è boschivo con sentieri che ci fanno sudare un po' ma ne vale la pena.

 

Note tecniche: percorso medio facile, lunghezza 12 km, dislivello 250m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, merenda, acqua in abbondanza, pranzo al sacco, cappello, crema solare

 

Ritrovo alle ore 10 a Vaggio, preso il parcheggio della chiesa Cuore Immacolato di Maria https://goo.gl/maps/S23hEhhy44cYZJCP7 o se non trovate posto lì cercate nelle vicinanze. In alternativa, puntuali, alle 7.50 a Cecina bar dolce vita, sono 2 ore di viaggio.

 

Info e Prenotazione entro le ore 12 di venerdì 11 giugno Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 10 € solo mattina, 15 € per entrambi i percorsi

 


 

Domenica 13 giugno pomeriggio: “Anello classico” delle Balze del Valdarno o della Fonte Zolfina

 

 Si pensa che Leonardo possa avere ambientato in questo paesaggio la sua Gioconda, al di là di questo il panorama e la suggestione provocati da questo itinerario sono davvero esagerate, si rimane letteralmente senza fiato; Andremo anche a Piantavigne per vedere il panorama.

 

Note tecniche: percorso facile, adatto a tutti, lunghezza 9 km, inclusa la deviazione per Piantavigne, dislivello 250m

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, merenda, acqua in abbondanza, crema solare, cappello

 

 

Ritrovo alle ore 15.30 nella piazza centrale di Castelfranco di Sopra, parcheggi intorno alle mura.

 

Info e Prenotazione entro le ore 12 di venerdì 11 giugno Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 10 € solo pomeriggio, 15 € per entrambi i percorsi

 


Sabato12 giugno: Escursione a Querceto (new) e poi gli specialissimi ravioli di rose

 

L’itinerario che faremo sarà un anello intorno a Querceto, nel nascondimento della macchia e dei boschi e le ampie vedute che si aprono ogni qual volta si trova una radura nel serpentino.

 

Ritrovo nel parcheggio del Castello di Querceto alle 17.00, percorso di 7 km; spostamento in auto all’agriturismo a fine trekking; conclusione per le 22.00 circa

 

Equipaggiamento: scarpe e abbigliamento da trekking, acqua almeno un litro, pantaloni lunghi e camicia, cappello, bastoncini da trekking; consiglio di portare degli indumenti di ricambio per la cena.

 

La cena si svolgerà all’aperto nel rispetto delle norme Anti covid, posti limitati. Vi chiedo di comunicare per tempo se qualcuno ha intolleranze o allergie.

 

Info e prenotazioni entrovenerdì 10 giugno Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo cena 25 € include 6 antipasti, ravioli di rose, dolce, un calice di vino

 

Costo escursione 10 €

 

 


 


Venerdì  11 giugno: Escursione a Querceto (new) e poi gli specialissimi ravioli di rose

 

L’itinerario che faremo sarà un anello intorno a Querceto, nel nascondimento della macchia e dei boschi e le ampie vedute che si aprono ogni qual volta si trova una radura nel serpentino.

 

Ritrovo nel parcheggio del Castello di Querceto alle 17.00, percorso di 7 km; spostamento in auto all’agriturismo a fine trekking; conclusione per le 22.00 circa

 

Equipaggiamento: scarpe e abbigliamento da trekking, acqua almeno un litro, pantaloni lunghi e camicia, cappello, bastoncini da trekking; consiglio di portare degli indumenti di ricambio per la cena.

 

La cena si svolgerà all’aperto nel rispetto delle norme Anti covid, posti limitati. Vi chiedo di comunicare per tempo se qualcuno ha intolleranze o allergie.

 

Info e prenotazioni entro giovedì 9 giugno Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo cena 25 € include 6 antipasti, ravioli di rose, dolce, un calice di vino

 

Costo escursione 10 €

 

 


 


 Mercoledì 9 giugno: Il romitorio del Monte Coronato da Sassetta e cena al calar del sole

 

 

Sulle tracce di carbonai, sugherai, cacciatori e tagliaboschi. Boschi belli e ricchi di fascino come il Romitorio del Monte Coronato da cui si vede il mondo; panorama amplissimo su tutta la costa e le isole. Un posto recentemente agli onori della cronaca per “la trasformazione” del sentiero con cui veniva raggiunto, in una strada “poco bella”.

 

 

Note tecniche: percorso abbastanza facile di 10 km, poco dislivello, raccomandato l’uso delle scarpe da trekking perché il fondo è sconnesso e a causa di recenti interventi sul fondo stradale ci sono pietre fastidiose per i camminatori in un breve tratto; bastoncini da trekking consigliati, macchina fotografica, acqua ed uno snack.

 

 

Ritrovo a Guardistallo alle ore 17.00 davanti alla scuola elementare oppure a Sassetta nello slargo dopo il paese direzione Suvereto https://goo.gl/maps/ g5nKtQyNPcD2 con una scultura di marmo rosa e i cassonetti alle ore 17.45; da qui breve spostamento in auto all’inizio del percorso; conclusione per le ore 21.30

 

 Info e prenotazioni entro martedì 10 giugno alle ore 17.00, minimo 6 persone: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it;

 

Costo 10 euro.


Martedì 8 giugno mattina: Nei magnifici boschi e corsi d’acqua della riserva naturale di Tatti (new)

 

Il complesso forestale di Berignone-Tatti è un’area protetta sinonimo di boscaglie sterminate e macchie intricatissime popolate da una fauna ricca e differenziata, di duro lavoro di boscaioli e carbonai, di un ambiente naturale, cioè rude, selvaggio, intatto. Utilizzato soprattutto in passato come enorme riserva di legname combustibile per alimentare le caldaie di evaporazione delle saline volterrane. 
Per vedere delle foto dell'evento
  https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cecina/mazzolla-berignone-tatti-ottobre-2018/

 

Un itinerario ottimo da percorrere in tutte le stagioni, senza scoraggiarci per il caldo, ci immergeremo nella frescura dei boschi contornati da botri ricchi di acqua come quello delle Pilelle che scorre infossato tra le rocce arenacee e deve il suo curioso nome all’azione delle acque che nei millenni hanno scavato nella pietra, tante vaschette a forma di catini o piccole pile, conferendo l’appellativo di “Pilelle”, qui si riproduce la rana appenninica.

 

La frescura di Tatti consente a piante come il carpino bianco di raggiungere ragguardevoli dimensioni, si trova anche un esemplare di quercus petrea , rovere, molto usata in passato per il legname e l’ottima ghianda da pascolo

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà, lunghezza 7 km, dislivello 450m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, pantaloni lunghi, merenda, acqua per l’intero percorso.

 

Ritrovo alle ore 8.30 a Casino di Terra davanti al Big Roof, per altri ritrovi sentiamoci; conclusione per le 13.00

 

Prenotazione entro le ore 12 di lunedì 7 giugno, minimo 6 persone: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it;

Costo: 10 €


Domenica 6 giugno: Un anello tra le suadenti colline di Lajatico e Peccioli

 

Un percorso lungo ma non faticoso perché le salite e discese dalle colline sono graduali; a me piace tantissimo questa zona per cui le mie proposte non scemeranno, anzi…anche in questo percorso ci sarà tanto di bello da vedere

 

Visto che al teatro del Silenzio è stata installata la nuova scultura dell’artista spagnolo Manolo Valdes, la “Clio Dorada”, un’imponente opera alta 10m in acciaio e ottone patinato di oro che farà da scenografia agli spettacoli di Andrea Bocelli, partiremo proprio da qui per il nostro itinerario.

 

Da questo suggestivo palcoscenico naturale dove l’occhio si perde in un paesaggio di colline fino a Volterra ci muoveremo tra campi inorgogliti da cipressi svettanti in direzione dello Sterza e poi saliremo a Fabbrica di Peccioli, passando dal delizioso borgo di Montecchio, col bel profilo di Peccioli sullo sfondo dove arriveremo per il pranzo.

 

Il ritorno avverrà lungo un percorso diverso passando per mulini, cantine che saranno un piacere per gli occhi e si concluderà a La Sterza, per non rendere il percorso troppo lungo. Possibilità di fermarsi alle Officine Bocelli per una merenda-aperitivo. Le auto le avremo lasciate qui al mattino.

 

Note tecniche: Percorso di circa 25 km quasi del tutto su strade sterrate; se qualcuno volesse farne metà può organizzarsi per rientrare da Peccioli in bus

 

Ritrovo alle ore 8.30 a Casino di Terra oppure alle 9.00 a La Sterza nel parcheggio presso le Officine Bocelli dove lasceremo almeno due auto, con le altre andremo al teatro del Silenzio, chi vuole farsi trovare già lì me lo dica.

 

Equipaggiamento: Portare acqua abbondante, anche se la troveremo sul percorso, per lo meno su quello di ritorno; pranzo al sacco, un cappello, abbigliamento adatto alla stagione, bastoncini telescopici facoltativi, mascherina e disinfettante

 

Info e prenotazioni entro le ore 14.00 di sabato 5 giugno mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093;

 

Costo 15 euro.

 


 Venerdì 4 giugno: Anello tra Montecatini Val di Cecina ed Orciatico

 

 

Percorso nuovo con dei gran bei panorami su Volterra, antiche strade e vecchie fonti, mulini a vento, il paese di Orciatico e i poderi abbandonati che ti lasciano sempre senza parole per la loro bellezza. Il bosco è davvero piacevole ed alcune imponenti querce sul percorso sapranno incantare.

 

Note tecniche: Percorso ad anello di 15 km, dislivello di 300m circa, per lo più su strade sterrate, ombreggiato in gran parte.

 

Ritrovo alle ore 8.15 a Casino di Terra o in alternativa al parcheggio della miniera di Montecatini Val di Cecina alle 8.45 da dove faremo ancora un brevissimo tratto in auto fino all’inizio del percorso.

 

Equipaggiamento: Portare acqua, pranzo al sacco, un cappello, crema solare, abbigliamento adatto alla stagione; bastoncini telescopici facoltativi, mascherina e gel disinfettante

 

Info e prenotazioni entro le ore 14.00 di giovedì 3 giugno

 

Costo 15 euro.

 


Sabato 29 maggio mattina: Tra le vigne e gli olivi secolari di Bolgheri

 

Sempre incantata quando faccio questo percorso che ripropongo volentieri. Partiremo dalla via Bolgherese e con vari incroci a destra e a sinistra di questa strada entreremo nella campagna e nei boschi della Magona; raggiungeremo anche Bolgheri.

foto dell'evento qui: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cornia-e-costa-etrusca/bolgheri-bibbona-2018/

 

Note tecniche: l'itinerario di 13 km è quasi tutto in piano con piccoli dislivelli. Tempo previsto per la camminata 4 ore circa.

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe con suola scolpita e pantaloni lunghi, portare cappello e crema solare, acqua, uno snack

 

Ritrovo alle ore 9.00 al campo sportivo di Bibbona sulla Bolgherese (coord. GPS 43.265538, 10.594195) da dove, raggiungeremo l'inizio del percorso. Rientro previsto per le 13.00

 

Per Informazioni e prenotazioni entro venerdì 28 maggio alle 16.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093
Costo 10 euro

 


 

Giovedì 27 maggio pomeriggio: Toiano al tramonto e Palaia by night

 

 

Toiano, è un borgo fantasma costruito in prossimità dei bei calanchi che ne minacciano la sopravvivenza; rischia di scomparire nonostante l’attenzione a lui prestata soprattutto negli ultimi anni.

 

L’itinerario ruota attorno al borgo, immerso nel parco naturale dei calanchi.  Una passeggiata interessante non solo dal punto di vista storico ma anche naturalistico, data la presenza dei calanchi, fenomeni di erosione del suolo e di alcuni versanti dalla particolare conformazione geologica, che caratterizzano e rendono unico questo territorio.

foto dell'evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-d-era-e-colline-volterrane/toiano-paese-fantasma-agosto-2019/

 

Note tecniche: Percorso facile ad anello di 10km

 

Ritrovo alle 16.00 a Palaia località La Palazzina https://goo.gl/maps/Hr16kdQ2sXWu86w9A, oppure alle 15.00 a Casino di Terra. Conclusione per le 20 circa.

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking o scarpe con suola scolpita, portare bastoncini telescopici, cappello, crema solare, una merenda, acqua, mascherina e gel.

 

Per info e prenotazioni: entro le ore 16.00 di mercoledì 26 maggio Maria 349 2303093; mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 10 euro

 


 Mercoledì 26 maggio: Tra i calanchi e le balze di Volterra, “la luna nella virgola di Staccioli”

 

Nel lunare paesaggio che contorna Volterra sul suo versante occidentale, ci sono le impressionanti Balze che nelle ore serali sono più affascianti che mai. Vagare tra i calanchi oltre ad offrire scorci bellissimi sulla campagna, ci consente di osservare questo fenomeno franoso spettacolare ed inquietante che l’uomo da secoli cerca di imbrigliare ma la natura vi si oppone trasformando e mangiando tutto quello che trova, senza fare troppi complimenti.
In questi luoghi hanno trovato posto le bellissime sculture di Staccioli che andremo a scovare tra le profumate fioriture di ginestra.

Foto dell'evento qui: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cecina/la-virgola-di-staccioli-2020/

 

Note tecniche: percorso ad anello di circa 8 km medio facile per lo più su strade sterrate e sentieri; faremo davvero un’immersione a capofitto nei calanchi per poi risalire lungo pendii che possono essere abbastanza faticosi anche se brevi.
Il tempo di percorrenza è di circa 2 ore e mezza a cui aggiungere il tempo per le soste e la contemplazione del paesaggio.
Equipaggiamento: scarpe da trekking, zaino con acqua, cena al sacco, consigliati pantaloni lunghi, , bastoncini da trekking facoltativi, cappello, crema solare, macchina fotografica
e necessario per l’emergenza Covid: mascherine, disinfettante
Ritrovo a Casino di Terra alle ore 16.30 oppure al parcheggino del cimitero di San Cipriano alle 17.15
Costo 10 euro max 15 persone
Info e Prenotazioni entro martedì 25 maggio alle 16.00 per telefono o e-mail: mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 349230309

 


 

Martedì 25 maggio: Tra i poderi della campagna di Certaldo ed i suoi calanchi

 

 

E’ la prima volta che propongo un percorso per le colline di Certaldo, naturalmente al primo sopralluogo sono rimasta colpita. Vigne e case coloniche, gli inaspettati calanchi, diversi borghi, cappelle con la cupola tonda tipiche della zona, questo e molto altro in un percorso che su strade asfaltate secondarie, sterrate e per i campi consente di vedere da vicino la ricchezza della campagna di un tempo e di osservare da prospettive diverse il fenomeno geologico dei calanchi che su colline di sabbia e argilla, un tempo sommerse dal mare è un elemento caratteristico del paesaggio. A fine escursione ci aspetta un giretto a Certaldo.

 

Note tecniche: Percorso medio facile ad anello di una ventina di km (sono 16 ma so già che voglio fare delle digressioni), con un dislivello di 500m, su strade per lo più sterrate, tratti di asfalto e sentieri nei campi. Se è piovuto nei giorni precedenti possono esserci difficoltà dovute al fango in alcuni punti.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, zaino con acqua, pranzo al sacco, bastoncini da trekking facoltativi, cappello, crema solare, macchina fotografica e necessario per l’emergenza Covid: mascherine, disinfettante

 

Ritrovo a Casino di Terra alle ore 8.15 oppure a Certaldo alle 9.30 al parcheggio a Certaldo https://goo.gl/maps/PrcbgecdqGQ9Jp3P7 via Agnoletti 316, rientro nel pomeriggio

 

Costo 15 euro
Info e Prenotazioni entro lunedì 24 maggio alle 16.00 per telefono o e-mail: mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 349230309

 


Domenica 23 maggio pomeriggio: Il Gello della Val di Cecina e…le ginestre

 

Il percorso si sviluppa nell’incantevole cornice delle colline che hanno il fulcro nel piccolo borgo di Gello; l’itinerario panoramico parte da Casino di Terra e tra la ginestra che inizia a profumare ed abbellire i nostri percorsi arriveremo a Gello, il borgo mantiene intatte le sue caratteristiche di centro rurale.

 

Note tecniche: percorso di circa 8 km, facile su strade sterrate e in piccola parte su sentiero.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere, cappello, acqua, merenda, equipaggiamento anti covid, mascherina e gel sempre con sé. Norme distanziamento come da decreto ministeriale.

 

Ritrovo a Casino di terra davanti al Big Roof alle 16.00, dovremo portare delle auto a fine percorso per non renderlo troppo lungo, si tratterebbe di 10 minuti di auto; quando saprò chi siamo organizzerò la logistica. Rientro previsto per le 19.30 circa

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di sabato 22 maggio

 

Maria guida 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 10 euro

 


Domenica 23 maggio mattina: Itinerario lungo la costa Etrusca tra Rimigliano e Baratti

 

Il tratto costiero che include il Parco di Rimigliano, il promontorio di Poggio del Molino e Baratti è un tratto di costa incantevele dove faremo una bella camminata con ritmo di 21 km tra andata e ritorno.

 

Elementi significativi del percorso: Le verdi pinete e le dune del parco del Rio Emiliano, la Torraccia, l’area archeologica di Poggio del Molino, il magnifico sentiero che passa dalle calette di punta del Mulino e del Pozzino dove la macchia mediterranea pettinata dal vento la fa da padrona, le particolari "costruzioni" come la casa Esagono e la casa Balena di Vittorio Giorgini, il golfo di Baratti

 

https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cornia-e-costa-etrusca/rimigliano-baratti-tramonto-luglio-2019/

 

Note tecniche: 21 km, andata e ritorno; percorso facile su sterrato e sentieri agevoli, dislivello quasi nullo; finiremo per l’ora di pranzo, nel caso dovessimo sforare portate un’abbondante merenda

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o da running, bastoncini da trekking, crema solare e cappello, merenda, acqua, volendo costume e asciugamano, naturalmente mascherina e gel.
Ritrovo sul viale della Principessa, all’incrocio con la Via del Lago, ingresso 4 del parco alle ore 9.00.

 

Info e prenotazione entro sabato 22 maggio alle 16.00 Mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 349 2303093

 

Costo € 12,00

 


 Sabato 22 maggio: Tra Chiusdino e San Galgano

 

In pellegrinaggio da Chiusdino all’eremo di Montesiepi come sono soliti fare ogni 3 dicembre gli abitanti del paese per festeggiare il santo che nel borgo ha avuto i natali. Nell’eremo di Montesiepi Galgano Guidotti avrebbe infisso la spada nella roccia in segno di rinuncia alla vita mondana prima di diventare eremita.

 

L'abbazia di San Galgano è un monumento principe in Toscana, l’abbazia cistercense con la sua sobrietà rispetta perfettamente i canoni previsti dalla regola d San Benedetto: essa sorgeva lungo un’importante via di comunicazione, in questo caso la via Maremmana, era posta vicino ad un fiume, in questo caso il Merse per poter sfruttare la forza idraulica, infine erano presenti terreni boscosi da sfruttare e paludi da bonificare.

 

Nel nostro percorso noteremo tutte queste caratteristiche partendo dal borgo di Chiusdino che sorge su un cocuzzolo (sul quale dovremo ritornare) e dal quale si domina tutta la val di Merse, un territorio incontaminato rappresentato da colline dolci e vallate ricche di boschi di lecci, castagni e ginestre; nel periodo medievale ha vissuto un periodo di grande splendore a cui si deve la presenza di numerose chiese, pievi e abbazie, tra cui la più importante quella di San Galgano.

 

Equipaggiamento: indossare scarpe da trekking, meglio se alte, consigliati i bastoncini telescopici, merenda, pranzo al sacco, acqua. Portare sempre un paio di scarpe di ricambio da tenere in auto; equipaggiamento anti covid, mascherina e gel disinfettante. Potremmo trovare bar sul percorso ma visti i tempi non è garantita l’apertura.

 

Norme distanziamento come da decreto ministeriale.

 

Note tecniche: Lunghezza 18 km, 400m di dislivello + e -; percorso medio facile per lo più su strade sterrate e tratti di strade asfaltate. Se dovesse piovere nei giorni precedenti, alcuni tratti nel bosco tagliato potrebbero essere molto fangosi e difficili da percorrere, speriamo di no.

 

Ritrovo: ore 8.30 a Casino di Terta oppure a Chiusdino alle ore 10.00 in Piazza XX settembre

 

Info e prenotazioni entro venerdì 21 maggio alle ore 16.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; 

 

Costo 15 euro.

 


Martedì 18 maggio mattina: Per le verdeggianti colline di Villamagna (escursione fantasy)

 

 

Le belle colline del volterrano, verdissime, magari fangose, modellate sinuosamente, affascinanti; queste della zona di Villamagna sono meno note perché su rotte meno frequentate ma, quando le vedi una volta, con la luce giusta, non puoi che dire che ci devi tornare, che le devi rivedere. Da questo nasce il percorso che ho individuato, naturalmente pensato per affondare un po' in queste colline, non solo per guardarle da lontano.

 

Dovrebbe essere un buon momento per percorrerle, certo le piogge stanno rendendo arduo qualsiasi cammino ma il verdolino del grano che le ricopre è una tentazione a cui ho deciso di cedere.

 

Equipaggiamento: indossare scarpe da trekking alte, consigliati i bastoncini telescopici, abbondante merenda, acqua. Portare sempre un paio di scarpe di ricambio da tenere in auto; equipaggiamento anti covid, mascherina e gel sempre con sé. Norme distanziamento come da decreto ministeriale.

 

Note tecniche: Lunghezza circa 12 km, percorso facile ma se c’è fango parliamone; l’itinerario può subire variazioni se alcune strade non sono percorribili, da qui l’uso della tipologia fantasy per indicare il percorso.

 

Ritrovo: ore 8.30 a Casino di Terra oppure a Mulino d’Era ristorante alle 9.15, rientro previsto per le 13.00

 

Info e prenotazioni entro lunedì 17maggio alle ore 16.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 12 euro