Domenica 10 luglio: Quando tutti van via…Cala Violina e le altre cale del promontorio

 

 

Un percorso bello in qualsiasi stagione per andare a scoprire questo tratto di costa di cui Cala Violina è solo la perla più conosciuta. Intorno al mare un contorno di rocce, vegetazione e paesaggi incantevoli. Partendo dal Puntone di Scarlino, saliremo (novità) sul crinale faremo un agevole percorso nella macchia mediterranea, toccando diverse calette di questo tratto di costa, con delle brevi deviazioni dal sentiero principale: Cala Terra Rossa e Cala Martina sono caratterizzate da ciottoli levigati mentre Cala Violina è nota per la sabbia bianchissima e l’acqua trasparente

 

Ritrovo: davanti all’ufficio informazioni del Puntone di Scarlino alle ore 17.00 (oppure a Cecina al Bar Dolce Vita alle 15.50), rientro previsto dal percorso a piedi per le 22.00 circa. 
Note tecniche: percorso di media difficoltà, lunghezza 12 km, dislivello 400m, un anello in cui nella prima parte faremo dei saliscendi lungo le cesse parafuoco per godere degli ampi panorami sulla costa mentre il ritorno avverrà lungo il facile sterrato che costeggia le cale, in parte al buio.
Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, cena al sacco (potete portare qualcosa da condividere con tutti se vi fa piacere, oppure la cena solo per voi) e acqua; portare una torcia, un giacchettino, naturalmente l’occorrente per il bagno, consigliati i bastoncini da trekking.
Costo 17 euro adulti minimo 6 persone

 

Per info e prenotazioni Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; iscrizioni entro venerdì 8 luglio alle 12.00

 

https://www.odiapiedi.com/galleria/le-maremme/calaviolina-novembre-2015/

 


 

Sabato 9 luglio: Il Monte Piglione sulle Alpi Apuane

 

 

Il Monte Piglione col suo lungo crinale erboso percorribile con facilità è spettacolare per la vista panoramica a 360° in ogni direzione. Noi partiremo dalla località di Groppa e raggiungeremo entrambe le vette del Piglione nord 1231m e Piglione sud 1184m. La sua fattibilità fa sì che tutti possiamo godere di questo percorso fiorito e dalle vedute ampie.

 

 

Note tecniche: percorso medio facile di 8 km, dislivello graduale e fattibile da tutti di 450 m, rientro previsto alle auto per le 14.00 circa

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking alte, portare almeno 2 litri d’acqua, pranzo al sacco, consiglio anche un cappello, crema solare e i bastoncini da trekking

 

Ritrovo a Cecina alle 6.45, arrivo a nel punto di inizio del percorso in circa 1 ora e 45 minuti (presso Pascoso, coordinate esatte fornite la momento della prenotazione)

 

Informazioni e prenotazioni entro venerdì 8 luglio alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo 17 euro

 


 

Mercoledì 6 luglio: Escursione verso Poggio Pelato e I Poggettini e cena al Nido a Rosignano Marittimo

 

 

 

Dalla Tagliola presso Rosignano Marittimo, attraverso aree coltivate che guardano il fiume Fine, con il suo paesaggio agrario di piccole pianure e dolci colline, nel quale ben si distinguono il Lago di Santa Luce, il solitario Poggio di Val di Perga e i Monti di Castellina si entra nell’area del Parco provinciale dei Poggetti e si passa dalle suggestive cave dell’Acquabona (cava di calcare sfruttate dalla Società Solvay dal 1913 fino al 1930); si risale poi nell’area di maggior interesse naturalistico della zona su un crinale da cui si raggiunge il fiume Fine; si chiude l’anello e si raggiunge il Nido di Elena dove ci attende un apericena stuzzicante preparato dalla sua proprietaria

 

Foto del percorso a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/colline-di-pisa-e-livorno/colline-livornesi-rosignano-badie-anello-giugno-2020/

 

Note tecniche: percorso di 7 km, 190m di dislivello, adatto a tutti.

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking alte, consigliati i bastoncini telescopici, portare merenda e acqua e sempre in questa stagione, un paio di scarpe di ricambio.

 

Ritrovo a Cecina, bar Dolce Vita alle 17.45, oppure a Rosignano Marittimo in località la Tagliola alle 18.00.

 

Per info e prenotazioni: entro le ore 12.00 di venerdì 8 luglio alle 12.00 Maria 349 2303093; mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 25 euro, escursione + cena

 


 

Martedì 5 luglio: Un po' oltre l’alba sul Monte Aneo a Querceto con un’emozionante breve scalata

 

 

 

Un percorso intorno al Castello di Querceto, borgo, per chi non lo conosce, tra i più belli della Val di Cecina.
Il percorso si sviluppa su strada sterrata e sentieri nella macchia e arriveremo in cima al Monte Aneo; la salita è davvero emozionante e la vista, sebbene non siamo altissimi, di una vastità sorprendente.

 

Note tecniche: 7 km, 250m dislivello, percorso è di media difficoltà su sentieri e strade sterrate

 

Ritrovo alle ore 6.15 a Querceto, parcheggio all’ingresso del borgo Conclusione per le 9.15

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking, meglio indossare pantaloni lunghi; bastoncini telescopici facoltativi. Portare acqua, una merenda

 

Info e prenotazioni entro le ore 12 di lunedì 4 luglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 


 

Giovedì 30 giugno Finalmente in Chianti tra la Certosa di Pontignano, Pievasciata  ed il parco delle sculture

 

 

Il Chianti senese ci riserva a due passi da Siena, una bella sorpresa con questo gioiello un po' nascosto che è la certosa di Pontignano. Accedervi è già un’emozione seguendo la bella strada di campagna contornata da olivi che “semplicemente” porta alla certosa con i chiostri e i giardini, il campanile della chiesa completamente affrescata che svetta come una sentinella.

 

Pontignano, una delle tre certose sorte nel territorio di Siena è in un luogo di pace e tranquillità. La vista spazia sui confini delle Terre di Siena, il silenzio regna sovrano. Le forme delle sue colline accompagnano il passo e ci immergono in un paesaggio agricolo che si adagia su questa terra intrisa di storia e natura. Qui si trovano i confini naturali tra il Chianti e le masse di Siena e i confini storici tra le due grandi rivali del medioevo, Siena e Firenze. Arrivati in questo luogo partiremo per il nostro percorso a piedi per vecchie strade, sentieri e vigneti ed assaggeremo anche i prodotti che questa terra ci offre.

 

In giornata raggiungeremo con un breve spostamento in auto il Parco delle sculture del Chianti dove scopriremo il dialogo di questo luogo con il paesaggio circostante, un connubio tra le rappresentazioni degli artisti e l’ambiente dove sono state inserite.

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate 12 km, dislivello 200 m

 

Ritrovo: Ponte a Bozzone ore 9.30  https://goo.gl/maps/xWuVnerZ3pPwWEDb9 oppure Casino di Terra ore 8.00

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, cappello, una merenda, pranzo al sacco,2 litri di acqua

 

Info e prenotazioni: entro martedì 28 giugno alle 16.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 17 euro

 


 

Martedì 28 giugno: Albeggiando per le colline tra Bibbona e Casale Marittimo

 

 

Un percorso ad anello partendo dalla Via di Pereta nella bella campagna casalese, con saliscendi per le vallette del territorio fino a raggiungere il mulino a vento di Bibbona; quando ci si incammina fra queste colline, non solo lungo le strade ma anche in mezzo, sotto, sopra, cercando di scovare il più possibile di quello che ha da offrire, allora sì che non si verrebbe più via. Colazione a Casale Marittimo

 

Note tecniche: 10 km circa, con piccoli dislivelli per lo più su strade sterrate e sentieri. Indossare scarpe da trekking, portare uno snack e acqua

 

Ritrovo: in via di Pereta a Casale Marittimo alle ore 6.00 conclusione per le 9.00

 

Info e prenotazioni lunedì 27 giugno alle 15.00 Maria 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; 

 

Costo: 10 euro

 


 

Mercoledì 22 giugno: La lavanda e il lago di Santa Luce: tra aromi di fiori, di cibo e di vino

 

 

Un facile passeggiata tra i dolci declivi collinari che contornano il lago di Santa Luce. Partiremo da Pieve di Santa Luce, il paese noto negli ultimi anni per le coltivazioni di lavanda che ora sono al top e ci incammineremo sulle strade panoramicissime tra i campi che fanno da cornice all’ecosistema del lago. Ci sarà la possibilità di visitare e fare foto nei campi di lavanda

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate di 8km, dislivello 150m

 

Ritrovo: ore 17.00 a Pieve di Santa Luce all’incrocio tra strada provinciale per Santa Luce e Via del Lago, conclusione per le 20.30 circa

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, cappello, una merenda, un litro e mezzo di acqua

 

Info e prenotazioni: entro il 21 giugno alle 12.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 


 

Martedì 21 giugno sera: A caccia di lucciole per la campagna e i boschi della Magona a Bibbona

 

 

 

Lo scorso anno è stato fenomenale e quest’anno promette altrettanto bene, le lucciole sono già in giro, l’altra sera a Volterra lampeggiavano alla grande

 

In ascolto di notte dei meravigliosi paesaggi che si trovano fra il parco della Magona e il paese di Bibbona. L’occasione per sperimentarci in una dimensione più silenziosa quale è la notte. C’è la luna piena e se non si nasconderà dietro le nuvole, apprezzeremo i suoi giochi di luce, diversamente sarà un’immersione nel buio ancora più profondo e le lucciole ci accompagneranno nel percorso.
Ritrovo alle ore 21.15 al parcheggio del cimitero di Bibbona da dove partiremo a piedi seguendo strade asfaltate e sterrate

 

Note tecniche: Lunghezza del percorso: 8 km; finiremo verso mezzanotte

 

Equipaggiamento: Portare acqua, una torcia ed un giacchettino.

 

L’uso della torcia se necessario

 

Informazioni e prenotazioni entro lunedì 20 giugno alle 12;

 

mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093;

 

Costo 10 euro; bambini sotto i 12 anni gratuito

 


 

Lunedì  20 giugno Via Francigena tra Colle e Monteriggioni, l’acqua dell’Elsa e le terme delle Caldane

 

 

 

Ci ritroveremo a Colle Val d’Elsa, in piazza Arnolfo e seguendo il selvaggio corso del fiume Elsa arriveremo al ponte di San Marziale e nella parte note come Elsa Viva tra cascatelle ed ex cartiere e poi  alle Caldane, caratteristiche terme di epoca romana, oggi luogo di incontro estivo dei colligiani. Proseguiremo verso Strove e pian piano i panorami cominceranno ad aprirsi sulla campagna e le colline intorno lungo la luminosa strada dell’Acquaviva. Una piacevole sosta sarà gradita nella piazzetta di Strove per rimanere poi nuovamente affascinati davanti alla splendida architettura di Castel Petraio. Da Abbadia a Isola, Monteriggioni non lo perderemo quasi più di vista; questo tratto di strada è una totale goduria, armatevi di macchina fotografica perché lo stupore non vi lascerà fino all’arrivo al villaggio, siamo in pieno perido di fioriture e qui, se le cose non sono cambiate, i fiori spontanei sono tanti e coloratissimi, a partire dai fiordalisi. Visiteremo Monteriggioni prima di prendere il bus di rientro

 

Foto dell’evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/via-francigena/san-gimignano-monteriggioni-aprile-2016/

 

Note tecniche:  Percorso facile di 19 km, dislivello + 200m , Dislivello - 120m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, bastoncini telescopici facoltativi, acqua, una merenda e pranzo al sacco, cappello e crema solare, occorrente per fare il bagno e se vi fa piacere apporre timbri sulla credenziale, portate anche quella

 

Ritrovo alle 8.00 a Casino di Terra, oppure a Colle Val d’Elsa alle 9.00 Il rientro avverrà col bus di linea delle 16.02, 10 minuti da Colonna  di Monteriggioni

 

Info e prenotazioni entro sabato 18 giugno alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro, minimo 6 persone

 


 

11 giugno tutto il giorno: Il basso corso del fiume Cecina e le sue sponde

 

 

In cammino con il contratto di fiume, in collaborazione con Legambiente Costa Etrusca

 

Partendo dal paese di Montescudaio ci porteremo in Località Le Basse per percorrere un tratto del fiume Cecina fino alla confluenza con lo Sterza.
Passeremo anche sulla riva opposta nei pressi di Casino di Terra; rientreremo con un percorso diverso in paese.
Potremo osservare e valutare la situazione del fiume nei vari aspetti: la vita delle sue acque, gli ambienti golenali, le aree coltivate intorno, gli interventi di regimazione e altri effettuati nel tempo. Link all’evento: https://volterratur.it/evento/?idevent=87633

 

Ritrovo a Montescudaio in Piazza Eberstadt alle ore 09.15 Rientro previsto per le ore 16.00
Distanza: 12 km
Dislivello: 200
Difficoltà: facile

 

Pranzo al sacco a carico dei partecipanti
ESCURSIONE GRATUITA

 

Info e prenotazione: +39 0588 62089 - ufficioturistico@comune.pomarance.pi.it ; Maria Consiglio (guida) 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 


 

10 giugno: In cammino verso le macchie a Castellina, relax con gli alberi e cena da Primiana

 

 

Il percorso sale verso il poggio della Verrucola nel territorio di Castellina; pur non raggiungendo grandi altezze si gode di ampi panorami; la macchia mediterranea qui è davvero esplosiva e profumata. In un boschetto di lecci si nascondono e i resti della chiesa e dell’annesso claustro dei monasteri medievali di San Quirico a Moxi. Dopo circa un'ora e mezza di facile percorso raggiungeremo l’azienda agricola Le Macchie, quasi un rifugio in mezzo al bosco.

 

 

Dalle 18.30 alle 20.00 relax con gli alberi: una profonda meditazione guidata per sciogliere le tensioni del corpo, della mente e del cuore, a contatto con la terra e le sue energie. La meditazione si comporrà di una prima parte di Movimenti Fluidi di Connessione (scalzi) e una seconda parte di Meditazione Guidata a terra. Le pratiche sono volte a massimizzare i benefici organici e psichici del contatto con la Natura e delle attività all'aria aperta, nei diversi piani di esistenza.

 

Alle 20.30 Cena all'aperto, con prodotti locali (vino extra)

 

 

 

Rientro verso le 22.00 lungo la strada delle Macchie (circa 40 minuti per ritornare alle auto).

 

Note tecniche: percorso facile di circa 1 ora e mezza, quasi tutto si strade sterrate e brevi tratti di sentiero

 

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking con suola scolpita, consigliati i pantaloni lunghi o accorciabili all’occorrenza! Portare anche dell’acqua (1 litro almeno), uno snack, cappello, bastoncini facoltativi, un giacchettino, una torcia per il rientro, un telo per sdraiarsi a terra (asciugamano, stuoia, pareo spesso, eccetera).

 

 

Ritrovo ore 16.30 bar Dolce Vita a Cecina, oppure alle 16.50 nel parcheggio davanti al dancing Le Badie, vicino al distributore Erg https://goo.gl/maps/JLvPP2CLwm4VBDsQA,, da qui faremo un ulteriore  breve spostamento in auto e partenza per il percorso alle 17.00

 

Per info e prenotazioni entro l’8 giugno alle 12.00, minimo 8 massimo 14 personeMaria:3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; Primiana 3495508509

 

Costo 28 euro

 

 

 


 

Giovedì 9 giugno pomeriggio: Cammina e distenditi: trekking e stretching shiatsu con A. Cappannari

 

 

Con Andrea continuiamo con le nostre proposte in cui abbiniamo trekking di scoperta di un territorio all’acquisizione di esercizi ed esperienze fisiche che possono aiutarci prima, durante e dopo il cammino. Questa volta faremo una piacevole camminata nella parte del territorio di Montescudaio intorno al fiume Cecina e faremo la nostra parte di stretching vicino all’acqua.

 

"Andrea Cappannari, counselor, bodyworker e formatore, ci proporrà una sessione stretching shiatsu, utili e semplici esercizi per allungare la muscolatura e favorire la libera circolazione della nostra energia, secondo i principi dell Medicina Tradizionale Cinese." www.andreacappannari.it

 

Ritrovo: sulla strada del Poggetto incrocio con via di Poggio Masino alle 16.30  in questo punto  https://goo.gl/maps/yetT84V4YbVRUpJA7

 

Note tecniche: Percorso facile di 6 km circa per lo più su strade sterrate con poco dislivello

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere, cappello, acqua, una merenda e un tappetino da usare per fare gli esercizi

 

Info e prenotazioni entro le ore 12 di mercoledì 8 giugno: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; Andrea Cappannari andreacappannari@gmail.com 3397050308

 

Costo escursione + attività di stretching shiatsu € 18,00

 

 

 


 

Giovedì 9 giugno: Escursione sull’Adio tra Micciano e Libbiano con bagno

 

 

Dal borgo di Micciano a strapiombo sulla valle scenderemo fino al greto dell’Adio seguendo una delle tante piste usate per il trasporto della legna. Seguendo il letto del fiume, in uno splendido scenario caratterizzato da piccole piscine di acqua limpidissima e grande naturalità si arriva alla cascata dell’acqua Alta, circa 10 m di salto verticale. Siamo nei pressi del fosso cupo e di alcune conche che si succedono dall’alto in basso. La bella zolfatara con le caratteristiche colorazioni dovute ai minerali depositati nel tempo spicca in questo scenario verdeggiante. Risaliremo a Micciano percorrendo una stradina di esbosco abbastanza impegnativa.

 

 

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà, 8,5 km Dislivello: 450 m; attenzione!
Buona parte del percorso è nel greto del fiume per cui muoversi in questo tratto può risultare abbastanza impegnativo, preferirei che mi chiamaste per capire la vostra condizione nel caso aveste dei dubbi.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking obbligatorie con cui si cammina in acqua e sui massi, acqua per l’intero percorso, in abbondanza, pranzo al sacco, bastoncini da trekking consigliati, zaino e coprizaino e comunque meglio mettere la roba più delicata all’interno di sacchetti di plastica o contenitori impermeabili, costume e asciugamano; un cambio di scarpe può essere utile sia durante l’escursione che all’arrivo alle auto.

 

A questo link foto bellissime dell’evento passato https://www.odiapiedi.com/galleria/acquatrek/torrente-adio-2017-2018-2019/

 

Ritrovo: ore 8.00 a Casino di Terra davanti al Big Roof; oppure ore 8.45 cimitero di Micciano, inizio paese (Comune di Pomarance) Coordinate: 43.287744, 10.787248. Conclusione per le ore 15.00 a Micciano
Info e prenotazioni: entro le ore 16 di martedì 7 giugno per mail o telefono mariaodiliaconsiglio@yahoo.it 349 2303093

 

Costo: 15 euro adulti

 


 

Giovedì 19 maggio: Fioritura delle giunchiglie sul Monte Croce

 

 

 

Questa escursione è volutamente infrasettimanale per godersi le fioriture senza troppo via vai.

 

Il percorso ha inizio da Palagnana e seguendo vari sentieri si sale al Termine, si esce dal bosco di faggi e si arriva al callare, zona prativa molto bella con vista del gruppo Panie, Matanna e Piglione. Da qui si sale la dorsale nord-est del Monte Croce ammirando la spettacolare fioritura. Tutto è davvero superlativo e la distesa delle giunchiglie, a migliaia, lascia davvero senza fiato. In molti consigliano di vederlo almeno una volta nella vita. Scenderemo dal versante sud est fino ad incrociare la prima parte del sentiero dell’andata.

 

Ritrovo: Cecina, Dolce Vita alle ore 8.00 oppure parcheggio di Palagnana alle 10.00

 

Note tecniche: lunghezza sui 10 km tra andata e ritorno, dislivello 550 metri; percorso medio facile per lo più su sentieri, non ci sono punti esposti.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte con suola scolpita, cappello, crema solare, acqua almeno 2 litri, merenda e pranzo al sacco;

 

Info e prenotazioni entro mercoledì 18 maggio alle 12.00 per telefono o e-mail: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: € 17,00

 


 

Martedì 17 maggio mattina: Tra Palaia Villa Saletta e Toiano tra paesi fantasma e borghi d’autore

 

 

Un accenno descrittivo ai borghi della Val d’Era che visiteremo in questo percorso: Villa Saletta, borgo agricolo abbandonato negli anni ‘90 dall’incredibile fascino, non possiamo visitarlo internamente ma basterà affacciarsi per ammirarlo; da Villa Saletta raggiungeremo Partino e quindi  Palaia, con i suoi chiassi, la sua Rocca alta 240m e la splendida Pieve di San Martino del 1279 , infine ci sarà Toiano un borgo fantasma costruito in prossimità dei calanchi che ne minacciano la sopravvivenza; rischia di scomparire nonostante l’attenzione a lui prestata soprattutto negli ultimi anni.

 

Note tecniche: lunghezza di 15 km; difficoltà medio-facile; prevalentemente su strade, alcuni attraversamenti nei campi, brevi tratti di asfalto; conclusione per le 14.30 circa.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, cappello, crema solare, merenda, pranzo al sacco, acqua

 

Ritrovo alle ore 8.15 a Casino di Terra davanti al Big Roof oppure nei pressi di Palaia (coorpdinate fornite al momento della prenotazione)

 

Info e Prenotazioni: entro le ore 12 di lunedì 16 maggio per mail, sms o telefono: Maria Consiglio 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 12 € adulti, gratuito sotto i 12 anni

 


 

Domenica 15 maggio pomeriggio: A caccia di sulla in Val di Cecina, un’escursione a colori

 

 

La sulla o solla, pianta foraggera dalle caratteristiche fioriture che tingono di bordeaux le colline argillose della Val di Cecina nel cui terreno si sviluppa abbondantemente; L’abbiamo individuata ed inseguita e siamo pronti ad andare a fotografarla nel momento di massimo splendore, cioè a metà maggio.

 

Le colline tra Volterra e Montecatini che già ci incantano per altre ragioni, quando sono ricoperte di sulla (Hedysarum coronarium) sono ancora più belle ed emozionanti con queste pennellate bordeaux.

 

Foto dell’evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cecina/trek-sulla-a-montecatini-val-di-cecina-giugno-2019/

 

Ritrovo: parcheggio nei pressi della stazione di Saline vicino al bar Zanzibar, (quando si gira per Pomarance subito a sx) alle 16.00 conclusione alle 19.30

 

Note tecniche: Lunghezza 6-8 km; percorso facile su strade sterrate, adatto a tutti, anche ai principianti

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere o scarpe con suola scolpita, cappello, zaino con acqua e merenda

 

Info e prenotazioni entro sabato 14 maggio alle 12.00 per telefono o e-mail: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: € 10,00

 


 

Giovedì 12 maggio: Per le colline del Montalbano tra Carmignano, Bacchereto e Spazzavento

 

 

 

Sarà un po' un’escursione geco pazzo, ci sarà un po' di improvvisazione ponderata, pertanto dovete affidarvi alla mia intraprendenza.

 

Un bell’itinerario tra le aziende vinicole e i castelli del territorio, le pievi e la Villa Banci a Bacchereto , Verghereto, un piccolo centro che risale al XII secolo e poi ancora Spazzavento e Capezzana. A Carmignano vedremo grandi tesori: la propositura di San Michele da dove imboccheremo un suggestivo percorso pedonale per raggiungere l’antico bastione medievale. Dalla Rocca nelle giornate di bel tempo si può ammirare in tutta la sua bellezza l’intera piana tra Firenze, Prato e Pistoia.

 

Il territorio è celebre soprattutto per il vino ma in questa zona gli ulivi occupano quasi il doppio del territorio; ci immergeremo in queste colline, cammineremo tra i suoi sconfinati vigneti dai quali si ricava un vino docg Carmignano.

 

Ritrovo: a Carmignano al parcheggio alle ore 9.30 https://goo.gl/maps/NmBbNBC3a3bernkRA oppure a Cecina Dolce Vita alle 8.10

 

Note tecniche: Percorso medio facile 18 km, 740m di dislivello

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, cappello, acqua, una merenda e pranzo al sacco

 

Info e prenotazioni entro le ore 12 di mercoledì 11 maggio: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo  € 17,00

 


 

Sabato 14 maggio tutto il giorno: In cammino con il contratto di fiume: Il fiume Cecina verso la foce

 

 

 

Riflessioni in cammino naturalistiche, storiche, archeologiche.
Percorreremo le sponde destra e sinistra del fiume Cecina per circa 3 km dal ponte della Ferrovia fino alla foce e poi al ritorno ci addentreremo fino ai laghetti artificiali della Magona.
Campi incolti, ex edifici industriali, la villa della Cinquantina, le poche bilance rimaste a testimonianza dell'attività di pesca quasi del tutto scomparsa, il nuovo porto, molteplici gli spunti di riflessione sulle trasformazioni di questo tratto di fiume.

 

Ritrovo ore 9,30 Cecina davanti alla pasticceria Silvia https://goo.gl/maps/i548qrCWyb83LkTQ7 rotatoria nei pressi del parcheggio sterrato gratuito lungo la ferrovia
Distanza: 8 km
Dislivello: 0 m
Difficoltà: facile

 

Pranzo al sacco a carico dei partecipanti
Escursione gratuita

 

Info e prenotazione: +39 0588 62089 - ufficioturistico@comune.pomarance.pi.it  e Maria Consiglio: 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; Sito internet: https://volterratur.it/evento/?idevent=87591

 


 

Sabato 30 aprile tutto il giorno: Per le colline di Montespertoli stupore tra castelli, borghi e campagna d’autore

 

 

 

Siamo a camminare tra i più bei paesaggi toscani, in un crocevia tra Firenze, Siena e Volterra, nei luoghi in cui tanti artisti hanno trovato spunto per l’arte medievale e rinascimentale. In questa terra dove tutti i colori che troviamo nel costruito sfumano con le loro tonalità nella natura ed il coltivato e il selvaggio si intersecano senza stonature.

 

La storia di Montespertoli la si comprende bene con la posizione geografica del paese che gli conferì, già nell’ XI secolo, un primato commerciale come luogo di scambio, perché dava la possibilità a Firenze di interagire con Volterra e Siena, tramite appunto, la Via Volterrana che si collega a quella Francigena. Nel nostro girozolare per le strade campestri e strade poco frequentate di questo territorio, toccheremo: il castello di Poppiano, una delle realtà più importanti della DOCG Chianti Colli Fiorentini; qui risulta la produzione di vino e olio già dl Rinascimento;  San Quirico, Fezzana  con l’omonimo castello che doveva riunire tra le sue mura una discreta popolazione,  la chiesa di San Piero alla Ripa, Lucignano di cui resta la torre medievale, San Pancrazio, San Quirico in Collina

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate campestri, strade secondarie di circa 16 km, 360m di dislivello

Ritrovo: ore 9.30 a Montespertoli nella piazza davanti al comune

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, pranzo al sacco, acqua, bastoncini da trekking facoltativi; cappello e crema solare

 

Info e prenotazioni: entro il 28 aprile alle 16.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 

 

 

 


 

Giovedì 28 aprile pomeriggio: Eremo della Sambuca, Cascata Infernaccio e mulini a vento di Valle Benedetta

 

 

Il percorso è all’interno delle aree protette che contornano la città di Livorno, siamo nella frescura di un fitto bosco in cui il torrente Ugione ha scavato una vallata con un microclima quasi montano e la presenza di vegetazione peculiare. La ricchezza del percorso di testimonianze architettoniche, di cui la più nota è l’eremo della Sambuca, ci consente di scoprire ghiacciaie usate dai contadini fino alla fine dell’800, resti di mulini, fornaci e cave di steatite.

 

L’eremo della Sambuca fu un luogo di culto agostiniano del XIII sec., la solennità e silenziosità dei boschi che lo contornano ci ammalierà.

 

Foto dell’evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/colline-di-pisa-e-livorno/eremo-della-sambuca-cascata-infernaccio-dicembre-2019/

 

Note tecniche: Escursione di media difficoltà su sentieri e strade sterrate, circa 10 km con dislivello di 350m; dipende dalle digressioni che faremo dal percorso principale per vedere cascate, ghiacciaie, mulini, cave, fornaci, ecc.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte e abbigliamento a strati, bastoncini telescopici facoltativi, zaino con acqua ed una merenda

 

Ritrovo alle 14.30 a Cecina alla Dolce Vita, oppure a Livorno al parcheggio del tiro a volo del Corbolone https://goo.gl/maps/WhBqmnFpcjp4oown7 alle 15.15

 

Info e prenotazioni: entro mercoledi 27 aprile alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 


 

Mercoledì 27 aprile: Colle Val d’Elsa, Elsa Viva, i prati di Abbadia Isola e Monteriggioni sulla Via Francigena

 

 

Ci ritroveremo a Colle Val d’Elsa, in piazza Arnolfo e seguendo il selvaggio corso del fiume Elsa arriveremo al ponte di San Marziale e nella parte note come Elsa Viva tra cascatelle ed ex cartiere e poi  alle Caldane, caratteristiche terme di epoca romana, oggi luogo di incontro estivo dei colligiani. Proseguiremo verso Strove e pian piano i panorami cominceranno ad aprirsi sulla campagna e le colline intorno lungo la luminosa strada dell’Acquaviva. Una piacevole sosta sarà gradita nella piazzetta di Strove per rimanere poi nuovamente affascinati davanti alla splendida architettura di Castel Petraio. Da Abbadia a Isola, Monteriggioni non lo perderemo quasi più di vista; questo tratto di strada è una totale goduria, armatevi di macchina fotografica perché lo stupore non vi lascerà fino all’arrivo al villaggio, siamo in pieno perido di fioriture e qui, se le cose non sono cambiate, i fiori spontanei sono tanti e coloratissimi, a partire dai fiordalisi. Visiteremo Monteriggioni prima di prendere il bus di rientro

 

Foto dell’evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/via-francigena/san-gimignano-monteriggioni-aprile-2016/

 

Note tecniche: Lunghezza della tappa 19 km che percorreremo in circa 5 ore Dislivello+ circa 200m , Dislivello - 120m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking e abbigliamento a strati, bastoncini telescopici facoltativi, acqua, una merenda e pranzo al sacco, cappello e crema solare

 

Ritrovo alle 8.00 a Casino di Terra, oppure a Colle Val d’Elsa alle  9.00 Il rientro avverrà col bus di linea delle 16.02, 10 minuti da Colonna  di Monteriggioni

 

Info e prenotazioni entro martedì 26 aprile alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 


 Lunedì 25 aprile pomeriggio: Sui ponti fantasma del Ritasso, Poggio Donato e la Riserva di Monterufoli

 

 

Percorso nella riserva Naturale di Monterufoli, un ambiente naturale selvaggio ed incontaminato di grande suggestione. Il percorso si snoda in parte sul tracciato della vecchia ferrovia di lignite di cui rimangono come spettacolare testimonianza i ponti ottocenteschi sul torrente Ritasso e in parte sul Poggio Donato dove si rinvengono resti dell’escavazione del calcedonio.

 

 

 

Note tecniche: percorso di 8km di media difficoltà con alcuni passaggi nei corsi d’acqua ed alcuni brevi tratti su terreno un po' sconnesso e scivoloso;

 

Equipaggiamento: Si raccomandano scarpe da trekking alte, un asciugamano piccolo, acqua, uno snack

 

Ritrovo a Casino di Terra davanti al Big Roof alle ore 15.00, spostamento in auto all'inizio del percorso, rientro previsto per le 18.30

 

Info e prenotazioni Maria 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it entro mercoledì 29 aprile

 

Costo € 10,00

 


 

Domenica 24 Tra Montieri e Gerfalco un anello sorprendente fra faggi, miniere ed eremi

 

 

Montieri, il castello minerario più antico della Toscana fonda la sua storia e la sua ricchezza sui giacimenti di minerali a solfuri misti di rame, ferro, piombo, argento la cui coltivazione ha profondamente modificato il paesaggio ancora oggi bellissimo tra boschi, torrenti, miniere e fonderie; tra faggi e castagni nel parco delle Colline Metallifere, raggiungeremo Poggio Montieri a 1050m di quota, di poco più basso della vetta delle Cornate; scenderemo quindi fino a Gerfalco, piccolo presepe alle pendici dei rilievi delle Cornate; anch’esso fulcro della ricerca mineraria e controllato durante il periodo medievale dalla famiglia signorile dei Pannocchieschi. Da qui con un ulteriore discesa e salita nel bosco ritorneremo verso il nostro punto di partenza.

 

Note tecniche: percorso di difficoltà media, con un dislivello di 970m; lunghezza 20 km; rientro per le 18.00 circa.

 

Equipaggiamento: scarponi da trekking, bastoncini consigliati, torcia, abbigliamento a strati, acqua merenda, pranzo al sacco (troveremo anche qualcosa in paese).

 

Info e prenotazioni entro il 22 aprile alle 12.00 Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Ritrovo a Casino di Terra elle 8.30. Spostamento a Montieri di un’ora e un quarto, rientro previsto per le 18.30 a Casino di Terra.

 

Costo 15 euro