Domenica 30 gennaio: Lago dell’Accesa, cascate della Bruna e Massa Marittima

 

 

Siamo nei pressi di Massa Marittima e qui faremo la nostra escursione che comprende il lago dell’Accesa, i resti del il villaggio etrusco nelle vicinanze, la cascata bellissima lungo il corso del fiume Bruna; un contesto naturalistico-ambientale di notevole pregio e immanchevoli elementi di storia del territorio. Il giro di Masa Marittima è facoltativo a fine trekking.

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà 17 km, 400m di dislivello; per lo più strade interpoderali e sentieri

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, acqua, una merenda e pranzo al sacco più il necessario per coprirsi adeguatamente in caso di maltempo

 

Ritrovo alle ore 9.00 in località La Pesta oppure alle 8.00 a Cecina Bar Dolce Vita; rientro previsto per le 16.00

 

Informazioni e prenotazioni entro venerdì 28 gennaio alle 14.00;

 

mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo 15 euro

 


 

Sabato 29 gennaio: Mare mare mare…da Donoratico a Baratti lungo costa

 

 

Continuiamo l’itinerario interrotto l’8 dicembre, in una giornata super minacciosa per la pioggia che però ci ha consentito di arrivare da Cecina a Donoratico. Nel proseguire verso sud troveremo tante cose interessanti: La Villa Margherita, la zona di Pianetti, San Vincenzo, il parco di Rimigliano, il promontorio tra l’are archeologica del Mulino e Baratti passando dalle ville di Giorgini.

 

Note tecniche: 19km: 16 km lungo costa e sentieri in pineta, abbastanza impegnativo per la fatica che si incontra camminando sui tratti di spiaggia; faremo diversi tratti in pineta, tutto dipende dalla giornata; 2,5 km per raggiungere da Baratti la stazione di Populonia

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere, pranzo al sacco e acqua; bastoncini telescopici facoltativi, mantella.

 

Ritrovo a Donoratico alla stazione alle 8.30, con bus o auto (ci organizziamo), ci sposteremo sul lungo mare di Donoratico da dove partiremo per il nostro percorso. Rientro in treno dalla stazione di Populonia, io penso alle 16.29 con cambio a Campiglia e arrivo a Donoratico alle 17.21; c’è anche un treno prima ma non ci confido tanto

 

Info e prenotazioni: entro venerdì 28 gennaio alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 


 

Giovedì 27 gennaio: Montecatini Val di Cecina a 360°

 

 

Dal paese di Montecatini un percorso ad otto piacevolissimo in scenari cangianti, con panorami che spaziano dal borgo di selagite a Volterra, da tutta la Val di Cecina alla Val d’Era e oltre.

 

Nel primo anello la campagna più aperta in direzione di Volterra, panoramicissima, i boschi di castagno terrazzati che contornano il paese, un’antica strada lastricata, bellissime fonti come quella di Arsigliano, di Ligia e della Madonna;  la fattoria di Ligia, un’imponente costruzione con rifiniture di pregio, oggi in stato di degrado; il borgo di Montecatini; nella seconda parte tra paesaggi che sanno di montagna e all’improvviso di macchia mediterranea saliremo verso Montornese per poi ridiscendere verso la miniera di rame di  Camporciano e rientrare in paese.

 

Note tecniche: percorso di media difficoltà, lunghezza del percorso 16 km con dislivelli frequenti, si raccomandano scarponi da trekking, una merenda e acqua;

 

Ritrovo a Casino di Terra alle ore 8.20 oppure a Montecatini Val di Cecina in piazza alle 8. 45; conclusione prevista per le 13.00 circa

 

Info e prenotazioni entro lunedì 17 gennaio alle 12.00 Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it  prima prenotate, meglio è!

 

Costo: 12,00 €

 


 

Martedì 25 gennaio: Un anello per le colline di Volterra sul versante-sud-est

 

 

Itinerario dagli ampi panorami tra le bellissime colline argillose del volterrano, paesaggi scabri dove i poderi e le linee tracciate dai trattori rendono l’essenzialità motivo di stupore

 

Note tecniche: Percorso di 10 km, dislivello in salita e discesa di circa 200m su strade sterrate

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking, abbigliamento a strati il più possibile tecnico, una merenda, acqua, bastoncini telescopici  

 

Ritrovo a Volterra al parcheggio presso la stazione ferroviaria alle 8.45; conclusione per le 12.30 circa.
Info e prenotazioni entro lunedì 24 gennaio alle 12.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it.

Costo 12 euro


Mercoledì 19 gennaio: Guardistallo versante est

 

Un’escursione con dei discreti saliscendi per le colline cdi Guardistallo che guardano Volterra.

 

Una delle prime escursioni che quando sono arrivata a Guardistallo mi hanno fatto amare questo territorio. La strada che scende nella vallata offre una vista ampia su tutta ala vallata del Cecina ed anche la prospettiva su Guardistallo è insolita.

 

Note tecniche: percorso facile, lunghezza 7  km, per lo più su strade sterrate

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, bastoncini telescopici, acqua

 

Ritrovo a Guardistallo alle 13.30, parcheggio in Via del Mandorlo

 

Info e prenotazioni entro martedì 18 gennaio alle 13.00 Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it 

 

Costo: € 10,00

 


Domenica 16 gennaio: Per le colline di Montespertoli tra il Pesa e l’Elsa paesaggi da cartolina

 

 

Siamo tra i bei paesaggi toscani, in un crocevia tra Firenze, Siena e Volterra, nei luoghi in cui tanti artisti hanno trovato spunto per l’arte medievale e rinascimentale. In questa terra dove tutti i colori che troviamo nel costruito sfumano con le loro tonalità nella natura ed il coltivato e il selvaggio si intersecano senza stonature.

 

La storia di Montespertoli la si comprende bene con la posizione geografica del paese che gli conferì, già nell’ XI secolo, un primato commerciale come luogo di scambio, perché dava la possibilità a Firenze di interagire con Volterra e Siena, tramite appunto, la Via Volterrana che si collega a quella Francigena.

 

La vastità e le caratteristiche del territorio si esprimono nell’ampio ventaglio di tipici borghi e piccole frazioni, che lo rendono “Paese di Paesi”, ognuno con le proprie caratteristiche che andremo a scoprire: Lucardo, Poppiano, Trecento e altri

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate campestre, viottoli, strade secondarie di circa 17 km, 350m di dislivello

 

Ritrovo: ore 9.00 a Montespertoli nella piazza davanti al comune Equipaggiamento: Scarpe da trekking leggere o con suola scolpita, pranzo al sacco, acqua, bastoncini da trekking facoltativi

 

Info e prenotazioni: entro venerdì 14 gennaio alle 16.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 


 

Sabato 15 gennaio: Nella campagna di Bibbona verso mare

 

 

 

Un percorso rilassante e panoramico, con la luce che preannunci ail tramonto davanti ai nostri passi; cammineremo in direzione mare su strade sterrate. L’inizio lo faremo andando dal paese di Bibbona verso il mulino a vento per poi proseguire su un pianeggiante itinerario verso ovest

 

Note tecniche: Lunghezza 10 km, facile.

 

Equipaggiamento: Munirsi di scarpe da trekking leggere o anche da running, acqua
Ritrovo alle ore 13.30 al parcheggio del campo sportivo di Bibbona (coord. GPS 43.265538, 10.594195), conclusione per le 17.00

 

Info e prenotazioni: Entro venerdì 14 gennaio alle 12.00 tel. 349 2303093 mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 10 euro

 

 


 

Venerdì 14 gennaio: A Pieve di Santa Luce tra il lago e le colline

 

 

Un facile passeggiata nelle ore centrali della giornata tra i dolci declivi collinari che contornano il lago di Santa Luce. Partiremo da Pieve di Santa Luce, il paese noto negli ultimi anni per le coltivazioni di lavanda e ci incammineremo sulle strade panoramicissime tra i campi che fanno da cornice all’ecosistema del lago. Completeremo il percorso facendo un anello e ritornando al punto di partenza

 

Note tecniche: Percorso su strade sterrate di 8-10 km, dislivello 150m

 

Ritrovo: ore 13.30 a Pieve di Santa Luce all’incrocio tra strada provinciale per Santa Luce e Via del Lago, conclusione per le 16.30 circa

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking suola scolpita, se ha piovuto nei giorni precedenti potrebbe esserci fango per cui mettete anche le ghette e portate le scarpe di ricambio; acqua ed una merenda

 

Info e prenotazioni: entro giovedì 13 gennaio alle 12.00 Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 10 euro

 


 

Giovedì 13 gennaio: Da Cosimo a Leonardo: la Villa Medicea di Cerreto Guidi e le colline leonardiane

 

 

Vinci è il luogo simbolo della presenza di Leonardo nell’Empolese Valdelsa, le colline del Montalbano che lo contornano, forse meno note, sono ricche e suggestive, dominate dalla coltura dell’olivo e del vino interrotte da piccoli borghi e fattorie; stavolta le avremo sullo sfondo senza raggiungerle, ci concentreremo su Cerreto Guidi dove visiteremo una delle più affascinanti Ville Medicee, oggi patrimonio dell’UNESCO, che ha legato indissolubilmente la sua storia a Cosimo e Isabella de’ Medici e sul territorio compreso tra i due borghi che hanno legato la loro storia a due super personaggi come Cosimo De Medici e Leonardo

 

per approfondimenti sulla villa http ://www.prolococerretoguidi.it/villa-medicea-unesco/

 

Note tecniche: 16,5 km e 170 m di dislivello, quasi totalmente strade sterrate e asfaltate secondarie

 

Equipaggiamento: vestirsi a strati, Indossare scarpe da trekking, anche non alte, merenda, acqua, pranzo al sacco, bastoncini telescopici e macchina fotografica facoltativi

 

Ritrovo a Cerreto Guidi alle ore 9.15 nel parcheggio di Piazza Belvedere, partenza da Cecina Dolce Vita alle 8.00

 

Informazioni e prenotazioni entro martedì 11 gennaio alle 12.00 Maria Consiglio 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo 15 euro, la visita alla villa medicea è gratuita su prenotazione (per questo devo sapere per tempo chi partecipa)

 


 

Martedì 11 gennaio: Le colline di Castagneto Carducci per le alture e le strade vicinali in piano di Castagneto Carducci

 

 

 

Si parte dalle strade vicinali della piana di Donoratico, numerosissime come le aziende agricole che costellano questa zona. Dal basso si raggiunge Castagneto Carducci, passando dal mulino del Rotone e dalla Via Nemorense, si riscende per tornare attraverso altre panoramiche vie vicinali al punto di partenza; un mix di strade e sentieri noti e meno noti, un bel percorso variegato ed interessante, adatto al post feste per poter iniziare o riprendere senza traumi.

 

Ritrovo alle ore 8.30 a Cecina alla Dolce Vita, proseguiamo insieme fino al punto di inizio del percorso nel territorio di Castagneto. Per un punto di ritrovo diverso, contattatemi e vi fornisco le coordinate; rientro previsto per le 13.30 circa.

 

Note tecniche: Lunghezza 16 km; percorso facile in gran parte su strade sterrate, per lo più in piano, qualche breve salita in arrivo e discesa da Castagneto.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking comunque scarpe con suola scolpita; bastoncini telescopici facoltativi, abbigliamento a strati, un impermeabile; zaino con acqua, merenda.

 

Info e prenotazioni entro il 4 gennaio alle 16.00 per telefono o e-mail : Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: €12 adulti, gratuito bambini sotto i 12 anni.

 

 


 

Domenica 9 gennaio: Sulla Via Francigena da San Miniato a Gambassi Terme

 

 

Tappa splendida, di grande bellezza paesaggistica. I continui ma lievi saliscendi del percorso tra filari di cipressi e casolari abbandonati, le ampie vedute sul territorio circostante, rendono l’itinerario bello in ogni sua parte. Si sviluppa per buona parte su sterrato con parti asfaltate all’inizio e sul finale, nei pressi dei centri abitati. Lungo i crinali collinari della Val d'Elsa si possono ammirare castelli, rocche, ospitali, complessi abbaziali, molti dei quali nati in relazione alla via francigena.

 

Non partiremo da San Miniato ma in un punto che si trova a 6 km da San Miniato, questo perchè non ci sono autobus per ritornare indietro da Gambassi e con i mezzi privati è molto costoso (visto il periodo)

 

Sul percorso di Sigerico incontriamo due Submansiones: la Pieve di Coiano, castello nato nel 1300 come ampliamento di una caserma militare, dove troviamo la magnifica pieve di S. Pietro e Paolo (ricordata in vari documenti del X sec.), e la Pieve a Chianni, nella cui canonica è stato ricavato un bellissimo ostello. Possibilità per chi lo desidera di approfittare delle terme di Gambassi.

 

 

Note tecniche: 18 km, dislivello 580m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking meglio alte o comunque scarpe con suola scolpita; bastoncini telescopici facoltativi, acqua e pranzo al sacco, necessario per la pioggia

 

 

Ritrovo a Casino di terra alle 8.00 oppure alla Pieve di Santa Maria a Chianni alle ore 9.00; qui lasceremo le auto necessarie per riportare gli autisti al punto di inizio del percorso che raggiungeremo con meno auto (20 minuti)

 

Info e prenotazioni: entro venerdì 7 gennaio alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 

 


 

Sabato 8 gennaio: Mare mare mare…da Donoratico a Baratti lungo costa

 

 

Continuiamo l’itinerario interrotto l’8 dicembre, in una giornata super minacciosa per la pioggia che però ci ha consentito di arrivare da Cecina a Donoratico. Nel proseguire verso sud troveremo tante cose interessanti: La Villa Margherita, la zona di Pianetti, San Vincenzo, il parco di Rimigliano, il promontorio tra l’are archeologica del Mulino e Baratti passando dalle ville di Giorgini.

 

 

Note tecniche: 16 km lungo costa e sentieri in pineta, abbastanza impegnativo per la fatica che si incontra camminando sui tratti di spiaggia; faremo diversi tratti in pineta, tutto dipende dalla giornata;2,5 km per raggiungere da Baratti la stazione di Populonia

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking leggere, pranzo al sacco e acqua; bastoncini telescopici facoltativi, mantella.

 

 

Ritrovo a Donoratico alla stazione alle 8.30, con bus o auto (ci organizziamo), ci sposteremo sul lungo mare di Donoratico da dove partiremo per il nostro percorso. Rientro in treno dalla stazione di Populonia, io penso alle 16.29 con cambio a Campiglia e arrivo a Donoratico alle 17.21; c’è anche un treno prima ma non ci confido tanto

 

 

Info e prenotazioni: entro giovedì 6 gennaio alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 


 

Venerdì 7 gennaio: Mini camminata a Querceto

 

 

Un percorso intorno al Castello di Querceto, borgo per chi non lo conosce, tra i più belli della Val di Cecina.
Il percorso si sviluppa per lo più su strada sterrata e sentieri,
nel nascondimento della macchia e dei boschi e le ampie vedute che si aprono ogni qual volta si trova una radura nel serpentino.

 

 

Note tecniche: Il percorso è facile, dislivello di 200m, 7 km

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking meglio alte o comunque scarpe con suola scolpita; bastoncini telescopici facoltativi, acqua.

 

 

Ritrovo alle ore 13.30 a Querceto, parcheggio all’ingresso del borgo.

 

Info e prenotazioni: entro mercoledì 5 gennaio alle 12.00: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

 

Costo: 10 euro

 


 

Mercoledì 5 gennaio: La facciamo lunga…da Volterra a Ponteginori

 

 

Stavolta vogliamo spingerci oltre Saline e arriveremo a Ponteginori.

 

Il percorso ci consentirà di scendere da Volterra lungo una delle varie possibilità di strade che piacevolmente scendono verso valle, non toccheremo Saline di Volterra ma risaliremo in parte verso Montecatini e da lì passando dalle parti di Buriano arriveremo a Ponteginori

 

 

Note tecniche: escursione geco pazzo, significa che il chilometraggio ed il percorso non sono ben definiti, devo ancora decidere da che parte arrivare alla nostra meta; sono circa 20 km.

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking meglio alte o comunque scarpe con suola scolpita; bastoncini telescopici facoltativi, acqua e pranzo al sacco; ghette consigliate, mantella da pioggia.

 

Ritrovo alle ore 8.10 a Ponteginori dove acquisteremo il biglietto del bus per Volterra; bus alle ore 8.18, cambio a Saline e arrivo a Volterra alle 8.54.

 

Info e prenotazioni: entro martedì 4 gennaio alle 12.00, minimo 6 persone: Maria Consiglio mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 3492303093

 

Costo: 15 euro

 


Martedì 7 dicembre: In una notte d’inverno senza luna, il cielo stellato dall’osservatorio di Orciatico

 

Una proposta serale, non andremo troppo in là nella nottata, anche perché il giorno dopo potrei dover camminare. Diciamo una proposta per coloro che vogliono affrontare una notte invernale e regalarsi una visione del cielo stellato, tempo permettendo.

 

Faremo una breve passeggiata per raggiungere l’osservatorio di Orciatico; ci appoggeremo per scaldarci, al podere presso l’osservatorio nel quale Fabio, l’astrofisico che starà con noi spiegandoci e raccontandoci il cielo dicembrino, oltre a mostrarci il funzionamento e le attività dell'osservatorio, ci ospiterà.

 

Potremmo portare qualcosa da mangiare e bere per intervallare l’attesa. Abbiamo un bel camino a disposizione.

 

Ritrovo: La partenza per la nostra uscita serale sarà alle 19.30 da Casino di Terra, per gli altri ritrovo ad Orciatico alle 20.00 muniti di roba che ci tenga “caldi e allegri”, non fraintendete! Rientro per le 23.30 circa

 

Equipaggiamento: tutto ciò che vi tiene caldi, anche una bella coperta, un sacco a pelo, guanti, cappello, pantaloni pesanti, un thermos così ci mettiamo dentro delle bevande calde

 

Info e prenotazioni: entro domenica 5 dicembre, chiaramente la serata dipende dal meteo, Fabio mi terrà aggiornata su questo e decideremo il da farsi entro la mattinata del 7 dicembre.

 

Costo: 5 euro per la passeggiata + offerta per l’osservatorio

 


 

Domenica 5 dicembre: Tra Bagno Vignoni e Vignoni, il fiume Orcia, Rocca d’Orcia e Castiglione d’Orcia

 

Siamo nel Parco artistico, naturale e culturale della Val d’Orcia, Patrimonio dell’Unesco, una delle realtà paesaggistiche più straordinarie al mondo. Il nostro itinerario si svilupperà tra Bagno Vignoni, il fiume Orcia che in questo tratto crea gole e ambienti selvaggi e suggestivi con Rocca d’Orcia e Castiglione d’Orcia che incombono dall’alto, il castello di Ripa d’Orcia e Vignoni Alto da dove si gode di uno degli affacci più belli ed emozionanti di tutta la zona. A Bagno Vignoni troveremo la piazza con la piscina che la occupa totalmente. Le acque termali che sgorgano nella vasca furono frequentate oltre che dai pellegrini anche da Santa Caterina da Siena e Lorenzo il Magnifico; scendendo poi ai piedi della rupe di travertino, scopriremo i mulini ad acqua in essa nascosti.

 

A fine trekking vorrei visitare la Rocca Di Tentennano, emblematica l’imponenza della struttura e la vista eccezionale che spazia sino alla Torre del Mangia a Siena. Appena ho info le aggiungo all’evento

 

Foto dell’evento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-d-orcia-crete-senesi-e-val-d-elsa/trek-e-terme-in-toscana-tra-bagno-vignoni-e-bagni-san-filippo-marzo-2019/

 

E’ un territorio che amo follemente per esserci stata più volte, difficile scegliere un itinerario, questo diciamo che è piuttosto completo.

 

Note tecniche: anello di 12 km e 350m di dislivello + e-

 

Equipaggiamento: Scarpe da trekking, abbigliamento a strati il più possibile tecnico, pranzo al sacco, acqua, macchina fotografica, bastoncini telescopici  

 

Ritrovo a Casino di Terra alle 7.00 oppure a Bagno Vignoni alle 9.15
Info e prenotazioni entro venerdì 3 dicembre alle 16.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it.

 

Costo 15 euro

 


Giovedì 2 dicembre: Da  Signa a Calenzano: 

Tappa che si svolge nell’ambiente della piana fiorentina, faticosamente strappata alla palude dall’opera di bonifica. Dai Renai a Campi Bisenzio, in un paesaggio antropizzato, le tracce del passato sono ancora leggibili e conferiscono al territorio un fascino speciale riscopribile solo dagli argini del fiume Bisenzio. La tappa non è certo una delle più belle, ma, come per tutti i cammini, va fatta e sono certa scopriremo diverse cose interessanti!

 

Si parte dalla stazione di Signa e si sale verso il castello nel centro storico. Da piazza Cavour, dominata dalla pieve di S. Giovanni, Via dei Renai e, attraversata la circonvallazione di nuova costruzione, si passa il ponte sul Bisenzio nei pressi dell’ingresso dei Renai, ambiente divenuto da poco Parco naturale, di cui si intravedono gli specchi d’acqua. Da qui si prende l’argine destro per arrivare fino a San Mauro a Signa, poi San Piero a Ponti fino ad arrivare  nel centro di Campi Bisenzio, antica cittadina, ormai industrializzata; si segue la pista ciclabile sull’argine che in questo tratto traccia ampie curve. Il panorama è stupendo, si trovano pescatori e si vedono volare uccelli acquatici. Arrivati al ponte di Capalle entriamo nel nucleo della “Terra murata” ; arriviamo nei pressi del Commerciale I Gigli e siamo a Calenzano (potremmo approfittare per fare acquisti di carattere tecnico-escursionistico)

 

Foto dell’anello del Rinascimento a questo link: https://www.odiapiedi.com/galleria/anello-del-rinascimento/

Equipaggiamento: Indossare scarpe da trekking basse o scarpe leggere da running, abbigliamento a strati, pranzo al sacco e acqua

 

Note tecniche: Lunghezza: 16,8 km; dislivello 130 m, 4 ore e mezzo circa, facile

 

Ritrovo alle ore 8.00 a Casino di Terra, oppure a Calenzano davanti alla stazione ferroviaria alle 10.00; per ottimizzare la logistica da Calenzano ci sposteremo con alcune auto a Signa in modo da non dover prendere bus o treni per rientrare; ciò non toglie che potete organizzarvi come meglio credete

Info e prenotazioni entro mercoledì 1 dicembre alle 12

Costo 15 euro, pagamento preferibilmente con bonifico o paypal, coordinate fornite al momento della prenotazione.


 

Martedì 30 novembre: I murales di Casoli, Grotta all’Onda, l’hangar del Pallone e la foce del Termine

 

 

Partiremo da Casoli, il paese dei graffiti che dalla metà del 1900 si è riempito di opere d’arte che è possibile ammirare camminando per le vie del borgo. Nel percorso visiteremo Grotta all’Onda, così detta per la sua particolare conformazione dove docce naturali", creano dei bellissimi riflessi di colore e luce nella vegetazione; troveremo i resti dell’hangar del pallone aerostatico costruito nel 1910 e distrutto da un temporale 4 mesi che da 650 m di quota arrivava ai 1100 della foce del Pallone, dove si può ammirare un bellissimo panorama. Rientreremo passando da Campallorzo.

 

 

Note tecniche: Percorso di media difficoltà per il dislivello ed alcuni tratti su terreno roccioso un po' sconnesso; 13 km 700m dislivello; presenti diversi punti acqua.

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, acqua, pranzo al sacco, bastoncini telescopici e come dotazione autunno-inverno è bene avere un k-way nello zaino

 

 

Ritrovo: a Cecina Bar Dolce Vita alle 8.00 oppure a Casoli (LU) in paese davanti all’enoteca bar la Frana di Cappelli, accanto c’è un parcheggio, alle 9.30

 

 

Info e prenotazioni entro le ore 12 del 28 novembre: Maria 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

Costo: 15 euro

 


Giovedì 25 novembre: Le colline di Castiglion della Pescaia, l’eremo di Malavalle e la Diaccia Botrona

 

Dopo aver visto lo scorso anno lo spettacolo della Diaccia Botrona ampiamente popolata da uccelli di passo di ogni sorta, ho deciso di riproporre un itinerario più breve nel padule aggiungendo in più un percorso che ci porta a scoprire l’eremo di Malavalle e le colline che contornano Castiglione e la pianura costiera. Nella prima parte il percorso di facile percorrenza leggermente in salita, attraverso un bosco rigoglioso tocca i resti dell’Acquedotto Ximenes, del vecchio Mulino e dell’Eremo di Malavalle Si tratta dei ruderi di una Chiesa di impianto romanico a navata unica con un altare secentesco non ben conservato. Proseguendo sul percorso si raggiungono dei punti panoramici da cui godere di una magnifica vista sui Monti dell’Uccellina, la Diaccia Botrona,, la costa e le isole.

 

Nella seconda parte un itinerario pianeggiante lungo gli argini meridionali della palude della Diaccia Botrona, partendo dalla Casa rossa o Casa Ximenes costruita per portare avanti i lavori di bonifica della zona .

 

Note tecniche: lunghezza 12 km e 400m di dislivello nella prima parte e 5-6 km, dislivello nullo nella seconda.

 

Equipaggiamento: Abbigliamento a strati, impermeabile, scarpe da trekking impermeabili, acqua, una merenda, pranzo al sacco; consiglio di portare un binocolo e la macchina fotografica. Il percorso è diviso in due parti, ritorniamo alle auto tra la prima e la seconda.
Luogo di ritrovo e orario: ore 8.00 Cecina bar Dolce Vita; oppure a Castiglion della Pescaia presso il parcheggio Ponte Giorgini  alle 9.10. 
https://goo.gl/maps/is7XamCUbjNYSBat6

 

Costo: 15 €; gratuito per bambini sotto 12 anni.

 

Info e prenotazioni Maria 349 2303093, mariaodiliaconsiglio@yahoo.it; scadenza iscrizioni mercoledì 24 novembre alle 12.00

 


 

Martedì 23 novembre: Tra Sassetta a Monte Calvi

 

 

 

Percorso suggestivo per la presenza lungo il percorso di elementi di interesse naturalistico e storico.

 

Partiremo dalla zona di Sassetta e raggiungeremo la vetta del Monte Calvi; il sentiero è mediamente impegnativo solo nel tratto di ascesa di circa 20 minuti. Dal Monte Calvi (mt 646 s.l.m.) si ha una visuale a 360°. Se la giornata lo permette la vista ci ripagherà dello sforzo fatto. Nel caso in cui la giornata non fosse delle migliori e ci fosse poca visuale, opteremo per altri percorsi in zona

 

 

Note tecniche: lunghezza 10 km, dislivello 400 metri in salita e discesa, , rientro previsto per le ore 13.00

 

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking alte, abbigliamento adatto alla stagione, bastoncini telescopici consigliati, merenda, acqua per l’intero percorso

 

 

Ritrovo alle ore 8.45 a Sassetta nel parcheggio fuori dal paese proseguendo verso Suvereto https://goo.gl/maps/QvANVe2NnngnnZwWA

 

 

Info e prenotazioni entro domenica 21 novembre alle 18.00: Maria 349 2303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

 

Costo 12 euro

 


Domenica 21 novembre: Via Francigena da Sarzana ad Avenza o Massa passando per l’area archeologica di Luni

 

Avevamo concluso la nostra tappa a Sarzana sotto un acquazzone che ci ha colti proprio all’ingresso in città. La visita è stata accennata, stavolta dovremo subito partire per il nostro percorso per mancanza di tempo, la tappa è lunga e impegnativa per il chilometraggio da affrontare, sostanzialmente pianeggiante. Sul percorso visiteremo l’area archeologica di Luni (costo 5 euro), antico porto romano, di cui restano abbondanti resti anche della città: il foro, la casa degli affreschi, l'anfiteatro http://www.luni.beniculturali.it/index.php?it/1/home

 

Proseguendo si rientra in Toscana e si raggiunge Avenza. Qui chi non se la sente di proseguire fino a Massa, può fermarsi qui raggiungendo la stazione ferroviaria. Con gli altri si prosegue verso Massa percorrendo una strada tra i vigneti che ricoprono le colline, in un susseguirsi di panorami sulle Alpi Apuane e sul mare. Si entra nel centro storico di Massa, la tappa si conclude in piazza Duomo.

 

Note tecniche: il percorso Sarzana-Massa è lungo 28,5 km con un dislivello in salita di 586m e in discesa di 544m;

il percorso Sarzana-Avenza è lungo 16,5 km e il dislivello è di 114m

 

Equipaggiamento: scarpe da trekking, acqua (ne troveremo sul percorso), pranzo al sacco, macchina fotografica; valutare in base al meteo se portare anche un giacchetto o k-way, credenziale del pellegrino, mascherina e disinfettante.

 

Ritrovo e logistica: Per chi arriva in auto ritrovo alla stazione di Massa, treno alle 8.17, arrivo a Sarzana alle 8.30, costo biglietto 2.60 euro. Per la logistica, potete organizzarvi autonomamente, se qualcuno preferisce farsi trovare alla stazione di Sarzana alle 8.30 basta che me lo dica.

 

Info e prenotazioni entro le ore 16 di venerdì 19 novembre Maria guida 3492303093 e mariaodiliaconsiglio@yahoo.it

 

Costo: 15 euro, minimo 8 persone

 


 

Sabato  20 novembre: Trek e yoga sulla costa tra la Torraccia e Baratti al mattino

 

 

C’è un tratto di costa un po' nascosto tra il Parco di Rimigliano e Baratti dove, seguendo un sentiero tra la macchia mediterranea pettinata dal vento e tratti di scogliere magnifici si incontrano invitanti spiaggette e particolari "costruzioni" come la casa Esagono e la casa Balena di Vittorio Giorgini; giunti al golfo di Baratti nel grande prato adiacente alla spiaggia faremo la nostra pratica Yoga per

 

riscaldare il corpo, eliminare le tossine in eccesso, siano fisiche o mentali, risvegliare la nostra energia e ritornare a casa frizzanti e vitali.

 

Torneremo indietro lungo lo stesso percorso dell’andata, 45 minuti circa.

 

A questo link foto del percorso: https://www.odiapiedi.com/galleria/val-di-cornia-e-costa-etrusca/rimigliano-baratti-tramonto-luglio-2019/

 

 

Note tecniche: 7 km, percorso facile su sterrato e sentieri agevoli, dislivello quasi nullo

 

 

Equipaggiamento: Munirsi di scarpe da trekking leggere o anche da running, merenda, acqua, tappetino per lo yoga ed una coperta o asciugamano.

 

 

Ritrovo alla Torraccia sulla Strada Provinciale 23 della Principessa Km 8+300 La Torraccia-San Vincenzo (LI) Coord. GPS N43°01'13''; E010°31'23'' (parcheggio non a pagamento) alle ore 17.30, oppure a Cecina alla Dolce Vita alle 16.45

 

 

Info e prenotazione entro giovedì 19 novembre alle 16.00 Mariaodiliaconsiglio@yahoo.it e 349 2303093 ed Elisabetta Donà cel. 347.8732230mail. elisabettadona@yahoo.it

 

 

Costo € 20,00